Dresda accoglie una mostra sulla mobilità elettrica, in attesa di produrre l'ammiraglia a batteria

Dopo quattordici anni di produzione la Volkswagen Phaeton esce di scena con l'ultimo esemplare dell'ammiraglia tedesca che il 18 marzo ha lasciato la "fabbrica trasparente" di Dresda. A partire dal 29 marzo lo stabilimento sarà chiuso e sottoposto e dieci giorni di modifiche per poter accogliere dal prossimo 8 aprile i visitatori di quella che diventerà una mostra aperta al pubblico sulla mobilità elettrica, la digitalizzazione dell'automobile, location per eventi e centro di consegna vetture nuove.


Dei 500 lavoratori della fabbrica circa 100 rimarranno nello stesso complesso di Dresda, mentre 400 saranno riassegnati all'impianto di Zwickau o ad altri stabilimenti del Gruppo Volkswagen. L'obiettivo del costruttore tedesco è però quello di tornare a produrre automobili di alta qualità a Dresda, "sotto gli occhi di clienti e visitatori", nel prossimo futuro. Una possibilità concreta è che nella fabbrica trasparente nascano le prime ammiraglie elettriche della Casa tedesca.

Volkswagen Phaeton restyling

Foto di: Daniele Pizzo