Molto simile nella meccanica, è più leggera e promette tanto divertimento alla guida

Ha debuttato al Salone di Ginevra, ma è al Salone di Torino Parco Valentino che avete occasione di vederla più da vicino e con calma. Lei, la Alpine A110, sa come attirare lo sguardo. Quello dei curiosi, attratti da un oggetto di design. Quello degli appassionati di auto storiche, visto che si tratta di una riedizione. Ma anche quello degli impallinati della guida, come noi, che fremono per guidarla, per capire se davvero le emozioni che regala al guidatore sono all’altezza della costruzione in alluminio (soli 1.100 kg il peso), abbinata al motore 1.8 turbo 4 cilindri da 252 CV.


Motore che, come sulla Porsche 718 Cayman, è montato in posizione centrale posteriore ed è abbinato al cambio automatico a doppia frizione. In comune con la Cayman, data la struttura di base molto simile, c’è anche la presenza di un doppio bagagliaio. Curiosità: nella Alpine A110 c’è anche un po’ di orgoglio italiano, visto che la carrozzeria e parte del telaio vengono costruiti in un’azienda torinese, la Cecomp.

Fotogallery: Alpine A110, la sfidante della Porsche Cayman [VIDEO]