Assetto speciale con sospensioni pneumatiche, sistema 4x4 Quadra-Drive II e look "rude"

Anche l'ammiraglia dei SUV fuoristrada marchiati Jeep si presenta nella veste spiccatamente offroad e adatta alle strade più difficili con il nome di Grand Cherokee Trailhawk e lo fa al Salone di New York assieme al rinnovato allestimento top di gamma Summit. Destinato per ora al mercato nordamericano con primi arrivi in concessionaria a fine estate 2016, la Jeep Grand Cherokee Trailhawk propone un look più "rude" del solito, come già avviene per le versioni Trailhawk di Renegade e Cherokee, con in più dotazioni pensate proprio per affrontare senza problemi la guida in fuoristrada come ad esempio i diversi angoli d'attacco e modifiche a trazione integrale e assetto.


Ganci rossi e finiture grigie


L'aspetto esterno della Jeep Grand Cherokee Trailhawk si caratterizza per la speciale mascherina anteriore a sette feritoie vista anche sulle 75esimo anniversario, per i ganci di traino rossi e per i cerchi in lega da 18" o 20" calzati da appositi pneumatici Goodyear con rinforzi in Kevlar. A questi si aggiungono antri dettagli in rosso nei marchi e logo, una finitura in Neutral Gray per altre parti esterne come gli specchietti e gli scivoli protettivi inferiori. Nell'abitacolo si trovano rivestimenti in pelle nera e scamosciata con cuciture rosse, inserti Piano Black, simbolo Trailhawk sul volante e lo schermo Uconnect da 8,4" che il mostra funzionamento del sistema 4x4, l'altezza da terra e la modalità Selec-Terrain scelta. I colori di carrozzeria disponibili sono Redline Red, Billet Silver, Bright White, Rhino, Granite Crystal, Velvet Red e Diamond Black Crystal.


4x4 Quadra-Drive II e sospensioni pneumatiche


La parte più importante della nuova Grand Cherokee Trailhawk è però nascosta dalla carrozzeria, a partire dal sistema di trazione integrale Jeep Quadra-Drive II con differenziale autobloccante elettronico posteriore ELSD su tutte le motorizzazioni, fino alle sospensioni pneumatiche Quadra-Lift che offrono una diversa articolazione ed estensione dei bracci. Non manca neppure il Selec-Speed Control con Hill Ascent Control, gli scivoli protettivi davanti e dietro e le grafiche anti riflesso nere sul cofano motore. L'angolo d'attacco della Trailhawk è stato portato a 29,8° e in caso di necessità può essere aumentato a 36,1° rimuovendo la fascia inferiore del paraurti, quello di uscita è pari a 22,8° e l'angolo di dosso di 27,1% si sposa con un'altezza minima da terra di 274 mm.

PSA Peugeot Citroen "Torna in corsa"

Foto di: Eleonora Lilli