Nel nuovo modello prodotto a Sunderland debutterà la tecnologia Piloted Drive 1.0 per l'Europa

La Nissan Qashqai, in qualche modo capostipite delle vetture medie crossover europee, si prepara ad un altro salto tecnologico: nel 2017, sarà infatti il primo veicolo Nissan in Europa a impiegare la tecnologia "Piloted Drive 1.0" per una guida semi-autonomia, come opzione ma ad un prezzo abbordabile. In particolare, la tecnologia permetterà alla vettura di mantenere la propria corsia nelle condizioni di elevato traffico autostradale; questo grazie e sensori multipli, oltre ovviamente a migliaia di ore di testing.


Realizzata negli stabilimenti di Sunderland, UK, la nuova Qashqai costituirà un passo avanti per rendere la guida autonoma accessibile a tutti, obiettivo di Nissan per la propria gamma entro il 2020; tra le tecnologie che arriveranno nei prossimi quattro anni, il "multiple-lane control", per il cambio di corsia con tanto di accensione della freccia, fino alla guida autonoma "inner-city", in grado di affrontare anche gli incroci nella guida urbana. La tecnologia "Piloted Drive 1.0", prima della Qashqai, debutterà in Giappone nel 2016, e sarà anticipata da un evento su strada, per mostrare la maturità di Nissan nella guida senza pilota.

Nissan Qashqai e X-Trail "all'arrabbiata"

Foto di: Adriano Tosi