Al Salone di Los Angeles debutta un concept che promette molto all’automobilista

Viaggiare nel tempo con un’auto è un sogno di molti. Sarà che la saga di “Ritorno al Futuro” ci ha appassionati facendoci venire la voglia di essere come Marty McFly. Per questo quando Volvo ha annunciato che al Salone di Los Angeles presenterà “La macchina del tempo” la notizia ha fatto sobbalzare parecchi fan, tanto che il General Manager di Volvo, Anders Tylman-Mikiewicz, è stato costretto a precisare: “L’auto non farà andare indietro nel tempo facendo incontrare le leggende della storia e nemmeno nel futuro per incontrare i nostri discendenti, ma regalerà all’automobilista un bene preziosissimo: il tempo, appunto”.


Di cosa si tratti esattamente non è stato specificato. Il costruttore, che sta lavorando all’auto che guida da sola con l’obiettivo di venderla dal 2020, ha solo annunciato che si tratta di un concept basato sul nuovo pianale modulare SPA, come la XC90, ed ha rilasciato una immagine che lascia ipotizzare che sia una tecnologia che permette alle persone di avere più tempo durante gli spostamenti senza distrarsi a guidare. Staremo a vedere, l’appuntamento è per il 18 novembre.

Volvo XC90, niente puzza sotto il naso