Lamborghini Club Italia allestirà uno stand alla Fiera in programma dal 13 al 15 maggio

Il 2016 è un anno molto importante per Lamborghini che festeggia un doppio compleanno: quello della Miura, presentata al Salone di Ginevra del 1966, e quello del suo fondatore, Ferruccio Elio Arturo Lamborghini, nato il 28 aprile 1916 a Renazzo di Cento da una famiglia di agricoltori ed entrato nella storia dell’auto. Gli appuntamenti per festeggiare le ricorrenze sono diversi. A Verona Legend Cars, in programma presso la Fiera della città dal 13 al 15 maggio, Lamborghini Club Italia - l’unico club ufficiale riconosciuto da Sant’Agata Bolognese, fondato all’interno dello stabilimento stesso nel 1993 da Sandro Munari, asso del rally - allestirà uno stand con alcuni esemplari del mito disposti a stella, in rappresentanza di tutti i modelli Miura: P 400, P 400 S e P 400 SV.


Il nome era un omaggio di Lamborghini, grande appassionato di corride nato sotto il segno del Toro, a Don Eduardo Miura Fernandez, allevatore di tori da combattimento. Ferruccio pensava di poterne vendere una cinquantina, invece la Miura ottenne così tanto successo che tra il 1966 e il ’73 venne prodotta in 762 esemplari e fu scelta da personalità molto famose, dallo Scià di Persia al re di Giordania, da Claudio Villa a Frank Sinatra e Little Tony, da Rod Stewart a Gino Paoli, da Nicholas Cage a Russell Crowe. Per il 100esimo compleanno di Ferruccio, invece, che morì a Perugia il 20 febbraio 1993, il Club Lamborghini ha organizzato un raduno - per il 17, 18 e 19 giugno - nella sua tenuta a Panicale sul lago Trasimeno.

I 40 anni della Lamborghini Miura

Foto di: Matteo Ortalda