Se l'otite non viene trattata subito il timpano può essere compromesso

Un dolore intenso all’orecchio, acuto, che disturba anche il sonno, facendoci sentire stanchi il giorno dopo: è l’otite. Che colpisce in qualsiasi stagione. È un processo infiammatorio dell’orecchio può essere di tre tipi: l’otite esterna (colpisce soprattutto d’estate, a causa dei germi e dei funghi presenti nelle piscine e nel mare); l’otite media, un po’ più interna, e maggiormente dolorosa, dovuta a batteri o virus. Infine, l’otite interna, ancora più subdola e difficile da eliminare. Chi ne soffre mentre guida deve combattere contro un nemico davvero ostico.


Cosa conoscere


1# Occhio agli spifferi. In auto, a causare l’otite possono essere il flusso d’aria freddo del climatizzatore, lo spiffero del finestrino, lo sbalzo fra temperatura esterna alla vettura e interna. Con le "senza tetto" le otiti sono in agguato, magari accompagnate da mal di gola. Se proprio si vuole godere di questi ultimi caldi, è consigliabile un foulard al collo, e comunque mai guidare con i capelli bagnati, neppure umidi.


2# Terapia per l’esterna. La soluzione per l’otite esterna dipende dalla gravità dell’infezione e dal dolore percepito. Per i casi meno gravi, il medico potrebbe prescrivere gocce che contengono antibiotici: in una settimana, il guaio dovrebbe scomparire.


3# Terapia per la media. Per le infezioni più gravi potrebbero anche essere somministrati degli antibiotici per via orale. È importante che non bagnarsi le orecchie durante la terapia: una cuffia per la doccia può proteggere durante la doccia o il bagno.


4# Terapia per l’interna. I farmaci antivirali e gli antibiotici sono utilizzati in terapia se l'otite interna dipende da infezioni virali e batteriche. Comunque, anche dopo la terapia, è bene effettuare un test della risposta uditiva del tronco-encefalico.


5# Agire subito. In alcuni casi, se l’otite non viene subito trattata, è possibile che il quadro clinico venga aggravato da perforazione del timpano, compromissione delle capacità uditive ed acufene grave.


6# Farmaci: cautela. L'otite dipende da un'infezione batterica o virale: servono antibiotici e antivirali, la cui azione viene indirizzata direttamente contro il patogeno responsabile. Attenti agli effetti indesiderati quando si guida: sonnolenza e stanchezza.


Acqua sì, fumo no


Anche in viaggio, in auto, bere molti liquidi e cercare di deglutire spesso aiuta a combattere l’otite: si stimola lo svuotamento delle tube di Eustachio, accelerando i tempi di guarigione. Invece, nell’abitacolo, mai fumare: i veleni nelle sigarette danneggiano l’orecchio, e questo vale anche per i fumatori passivi.