L’insolito tributo è al colore della sabbia nel deserto

Il vero lusso è nei dettagli. Guardando la McLaren Al Sahara 79 presentata al Salone di Dubai si potrebbe pensare che non abbia “nulla” di speciale, tranne il fatto che è una supercar favolosa, tinta in nero e bianco e rappresenta il sogno di parecchi appassionati, ma c’è di più. Quella vernice bianco perla è stata realizzata con frammenti in oro 24 carati, il metallo che nella tabella chimica è indicato con il numero atomico 79. Da qui il nome: McLaren Al Sahara 79, dove “Al Sahara” indica la ragione di questa scelta "dorata" ovvero rendere omaggio al colore della sabbia del deserto.


D’oro sono anche molti dei dettagli all’interno dell’abitacolo. Qui la verniciatura a 24 carati è più evidente, con le manopole gialle a indicare l’opulenza. Dettagli a parte, la Spider Al Sahara 79 è una McLaren 650S equipaggiata con un V8 biturbo da 3,8 litri capace di erogare la potenza massima di 641 cavalli a 7.250 giri al minuto, con una coppia massima di 678 Nm. Così la supercar arriva ai 329 km/h scattando da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi netti.

McLaren Al Sahara 79, la 650S Spider tinta con l'oro 24 carati

Foto di: Eleonora Lilli