La francese è un'auto che divide e che scatena tante domande. Ecco le nostre risposte

La C4 Cactus è il modello "più Citroen" degli ultimi anni: l'auto, cioè, che meglio delle altre interpreta lo spirito innovativo del fondatore della Casa francese. Se è vero infatti che si tratta di uno dei tantissimi crossover ormai in commercio, è vero anche che l'interpretazione che hanno dato in Citroen a questo concetto è la più libera e originale di tutte. E forte. Ma come tutto ciò che divide le opinioni in maniera netta, la C4 Cactus fa parlare tanto di sé, oltre a suscitare parecchi interrogativi. Domande di ogni genere, che spaziano dalla trazione integrale alla tipologia di cambio automatico, dalla dotazione di comfort alla funzionalità.


2 o 4WD? E perché non scendono i finestrini posteriori?


Siccome si parla di crossover, la domanda sui motivi dell'assenza della trazione integrale è legittima. La risposta è che Citroen ha puntato la C4 Cactus in direzione del contenimento dei costi - di acquisto e di gestione - e il 4X4 non va d'accordo con questa condizione. Detto ciò, in autunno arriverà comunque il Grip Control, ovvero una mappatura specifica del controllo di trazione (che rimane anteriore), che permette di ottimizzare la motricità in caso di fondi a bassa aderenza. Il punto più controverso è rappresentato però dai finestrini posteriori, che non scendono ma si aprono solo a compasso. Anche in questo caso, si tratta di scelte: Citroen ha preferito limare kg (6, in questo caso) ovunque fosse possibile, a costo di sacrificare qualcosa in termini di funzionalità e comfort.


Qualche chiarimento sul cambio ETG6


Massimo Papili ci chiede quale sia la differenza tra il cambio ETG 6 della C4 Cactus e l'EAT 6. Nel primo caso si tratta di un robotizzato, in cui il movimento del piede sul pedale della frizione e della mano sulla leva del cambio è sostituito da attuatori elletroidraulici che minimizzano lo stress. L’EAT 6 è invece un più classico (ma anche costoso e pesante) cambio con convertitore di coppia, il cui vantaggio è una maggiore fluidità di funzionamento. A proposito di questo, Alessandro Santoro vuole capire meglio cosa intendiamo quando parliamo di effetto elastico generato dall'ETG 6: è il "tira-molla" che si innesca fra il momento in cui la centralina toglie gas in autonomia per cambiare rapporto e quello in cui lo ridà (a cambiata effettuata). Il tutto si risolve anticipando leggermente, col piede, le mosse della centralina, diminuendo la pressione sul pedale destro: si tratta di una "manovra" intuitiva, molto più facile da attuare che da spiegare.

Citroen C4 Cactus, le risposte alle vostre domande [VIDEO]