Il numero uno del Biscione parla del futuro del marchio e della Giulia station wagon che non si farà

"La Giulia sarà nelle concessionarie a giugno e durante l'anno arriveranno altre versioni che aggiungeranno varianti di potenza e di trazione" a parlare è Harald Wester, cioè il numero uno di Alfa Romeo in FCA e le sue dichiarazioni sono state raccolte dai colleghi tedeschi di Auto Motor und Sport, ai quali ha parlato anche del SUV, che arriverà nel quarto trimestre del 2016. Successivamente, arriverà una berlina più grande da posizionare sopra la Giulia, in territorio BMW Serie 5 per intenderci, e poi ci saranno altri SUV, cioè quello che vuole il mercato, con buona pace di tutti quegli appassionati e alfisti che vorrebbero subito delle nuove sportive. Quanto alla fantomatica Giulia station wagon, Wester è stato chiaro "Probabilmente non si farà, perché i mercati globali in cui verrebbe venduta in quantità significativa sono troppo pochi", mentre gli obiettivi di vendita della Giulia, una volta completata la gamma, sono nell'ordine delle 100.000 unità all'anno.


Attacco ai tedeschi


Per raggiungere questo obiettivo, i clienti da "rubare" in Europa sono certamente quelli dei marchi premium tedeschi, ma anche di Jaguar e Volvo, senza dimenticare i vecchi alfisti che vogliono ritornare. La ricetta per convincerli è relativamente semplice, basta che entrino in concessionaria senza pregiudizi a toccare le auto con mano e la cosa avverrà da sé. La qualità, dunque, sarà garantita, perché le nuove Alfa Romeo avranno un prezzo simile proprio a quello di queste concorrenti. Interrogato sulla possibilità di condividere altre piattaforme di FCA, Wester ha smentito, dicendo che l'Alfa Romeo avrà la sua base, l'ormai famosa Giorgio a motore longitudinale e trazione posteriore o integrale, e che su questa verrà costruita gran parte della gamma. Riguardo alle trasmissioni, invece, oltre alla collaborazione in essere con ZF, nel futuro potrebbe arrivare un doppia frizione ma "ci vorrà del tempo" ha specificato Wester.


Orizzonte 2025


Sempre a proposito di futuro, il numero uno di Alfa Romeo ha anche affrontato due argomenti "caldi", ovvero la guida autonoma e l'elettrificazione. Sul primo si è mostrato molto possibilista, perché anche i modelli sportivi come quelli del Biscione si trovano nel traffico oppure a marciare incolonnati in autostrada e quindi non c'è motivo di avere un gap con i concorrenti sul comfort di marcia. Sull'arrivo di modelli ibridi, invece, Wester ha dichiarato che i costi rappresentano sempre un problema ma che se l'industria dell'auto sta andando in quella direzione Alfa Romeo non può rimanere indietro. Sicuramente, entro il 2025 la metà delle auto in gamma dovrà avere una qualche forma di elettrificazione.

Alfa Romeo Giulia, svelati motori e allestimenti [VIDEO]

Foto di: Adriano Tosi