Coupé e convertibile potenziate arrivano a 331 km/h e vanno da 0 a 100 in 4,1 secondi. Al debutto l'inedita Black Edition

La Bentley Continental GT Speed è dal 2007 la versione più potente e scattante della mastodontica coupé inglese (Supersports esclusa), quella che inizialmente tirava fuori 610 CV dal motore 6.0 W12 biturbo e che negli anni è arrivata ad estrarne 625, 635 e ora 642 CV con la rinnovata versione 2016. Grazie all'incremento di potenza e ad un picco di coppia massima portato a 840 Nm (+20 Nm) fra 2.000 e 5.000 giri/min, la Bentley Continental GT Speed 2016 è in grado di toccare i 331 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h nello strepitoso tempo di 4,1 secondi. A fianco della GT Speed e come questa disponibile sia in versione coupé che convertibile c'è poi l'inedita Continental GT Speed Black Edition che sfoggia finiture in nero lucido, cromature ampliate e ruote da 21" con finitura rossa o nera. Entrambe sono già ordinabili ad un prezzo non ancora comunicato e saranno consegnate ai primi clienti in estate.


L'inedita Bentley Continental GT Speed Black Edition è caratterizzata da elementi di carrozzeria in colore contrastante come ad esempio lo splitter frontale, le bandelle laterali e il diffusore di coda disponibili in quattro colorazioni: Hallmark, Beluga, St James' Red e Cyber Yellow. La stessa colorazione a contrasto può essere scelta per i gusci degli specchietti retrovisori. All'interno della "Black Edition" ci sono inserti in fibra di carbonio dedicati alla plancia alla console centrale e a quella sul tetto, mentre i sedili sfoggiano cuciture e impunture a contrasto e parti in pelle sempre a scelta fra le tinte Porpoise, Beluga, Pillar Box Red e Cyber Yellow in combinazione con la vernice esterna. Entrambe le vetture sono come al solito assemblate e rifinite in maniera artigianale nella fabbrica di Crewe dove ogni esemplare viene completato in 110 ore, 12 delle quali dedicate solo al motore W12.

Bentley Continental GT Speed 2016, ora con 642 CV

Foto di: Fabio Gemelli