L'ipotesi è confermata dal responsabie R&D, secondo cui anche i modelli a batteria avranno le versioni S ed RS

Sportiva ed elettrica sono due parole che molto spesso non vanno d’accordo. Audi lo sa bene, complice il fiasco della R8 e-tron, la coupé a zero emissioni ritirata dal mercato appena 19 mesi dopo l’esordio. La casa tedesca però non demorde e lascia intendere di voler rilanciare un modello a batterie dalle prestazioni elevate, nell’ambito di una strategia molto ambiziosa e ben definita: la casa tedesca lancerà un primo crossover elettrico nel 2018 e replicherà l’anno successivo (qui i dettagli), quindi avrà più dati e conoscenze sulle elettriche rispetto a quando lanciò la R8 e-tron. Della sportiva elettrica ha parlato Peter Mertens, a capo della sezione ricerca e sviluppo, nel corso di una intervista concessa al sito internet Car and Driver durante la recente tappa a Berlino del campionato Formula E.


“Potete immaginare che ad un certo punto avremo una supercar a batterie” – le parole di Mertens –. “La questione è: ‘Succederà preso?. A questa domanda rispondiamo ‘si, di sicuro. Rientra nei nostri piani”. Il manager ha lasciato intendere che la sportiva elettrica avrà poche affinità con le normali Audi a batterie, ma sarà equipaggiata con tecnologie esclusive e più sofisticate. Una di queste potrebbe essere la ricarica veloce delle batterie. “Un impianto del genere fa aumentare i costi in maniera significativa, quindi dobbiamo prima valutare se i clienti sono disposti a spendere per la tecnologia – ha spiegato il manager –. Per le supercar questo accadrà sicuramente, non c’è dubbio”. Mertens ha anticipato inoltre che ci saranno versioni S ed RS delle vetture a zero emissioni.

Audi R8 e-tron piloted driving, “Io Robot” diventa realtà

Foto di: Alessandro Vai