Si parte dai 35.500 euro, 6 varianti di motorizzazione, cinque allestimenti, sei pack, ordinabile dal 3 maggio

Alfa Romeo ha ufficializzato i prezzi della nuova Giulia che sarà ordinabile da martedì 3 maggio. Nella fase di lancio sono disponibili due motori turbodiesel 2.2 da 150 CV e 180 CV e un solo benzina, quello della versione supersportiva Quadrifoglio, il 2.9 V6 da 510 CV con cambio manuale a 6 marce. Per tutte le versioni può essere richiesto il cambio automatico a 8 rapporti (la Quadrifoglio da giugno). La trazione è esclusivamente posteriore (per ora) e i prezzi a partono da 35.500 euro.

Quattro allestimenti + due

La gamma della Giulia "di serie" si compone di quattro allestimenti: “Giulia” ,”Super”, “Business” e “Business Sport”. Nella prima fase di commercializzazione se ne aggiungono però due che promettono un rapporto prezzo/dotazioni più conveniente: “Business Launch Edition” e “Business Sport Edition”. Il listino parte, come detto, da 35.500 euro per la Giulia 2.2 Diesel 150 CV o 38.000 euro per il diesel più potente da 180 CV e sale di 1.500 euro scegliendo l’allestimento Business, 2.500 euro scegliendo la Super e 3.000 euro nel caso della Business Sport.

Le dotazioni di serie

Tutte le "Giulia” sono dotate di serie dei principali dispositivi di assistenza alla guida: Forward Collision Warning (FCW) con Autonomous Emergency Brake (AEB) e riconoscimento pedone, il sistema frenante IBS (Integrated Brake System), il Lane Departure Warning (LDW) e il cruise control. E ancora cerchi in lega da 16'', climatizzazione bi-zona, sistema Alfa DNA e sistema infotainment Alfa Connect 6,5” senza però la funzione di navigazione. L’allestimento Super aggiunge i sedili con rivestimenti in pelle e tessuto, sensori di parcheggio posteriori,cerchi in lega da 17" e sistema infotainment Alfa TM Connect 6,5" RadioNav DAB con navigatore. Gli allestimenti Business, pensati evidentemente con un occhio di riguardo alla flotte aziendali, fanno dotazioni a se. La Business normale ha di serie il navigatore e gli specchietti retrovisori ripiegatili. La Business Sport aggiunge fari bi-xeno, cerchi in lega da 18 e una caratterizzazione sportiva dell’abitacolo con volante sportivo, inseriti in alluminio e sedili in pelle-tessuto.

Tanti optional e 9 pack

Quindi ci sono gli optional con relative personalizzazioni. La lista è lunga, nella migliore tradizione di un’auto di segmento premium e per questo conviene attingere ai cosiddetti pack che aggregano i vari accessori. Per la Giulia nei vari allestimenti ce ne sono ben nove che ritrovate nel documento ufficiale alla fine dell’articolo. Ad ogni modo gli accessori più importanti o comunque interessanti sono il cambio automatico a 8 marce (2.500 euro), i fari bi-xenon (1.900 euro), l’impianto di infotelematica con schermo Alfa Connect 3D con schermo da 8,8 pollici (1.000 euro), i sedili in pelle (1.000 o 1.900 euro a secondo del livello di finitura e colore) e le tinte di carrozzeria che possono costare da 400 euro del colore pastello ai 2.400 euro delle tinte tristrato. Molto ampia è la gamma di cerchi in lega da 17 o 18 pollici in ben 5 disegni diversi (da 300 a 1.600 euro in base al modello e all’allestimento).

La Quadrifoglio al top della gamma

La Giulia Quadrifoglio è ovviamente un modello a se per prestazioni ed equipaggiamento. Il prezzo di 79.000 euro comprende di serie quasi tutto: cerchi in lega da 19 pollici, sedili sportivi rivestiti in pelle ed Alcantara, volante sportivo, inserti in fibra di carbonio per interni e appendici aerodinamiche esterne, la telecamera posteriore, fari Bi-Xenon con tecnologia AFS, impianto di infotelematica con schermo da 8,8 pollici oltre ai principali ausili alla guida e alle dotazioni tecniche specifici (sistema Active Aero Splitter, l'impianto frenante dedicato, il selettore DNA Pro). A parte si paga l’impianto frenante in carboceramica (7.500 euro) e i sedili sportivi Sparco con guscio in carbonio (3.500 euro).

Alfa Romeo Giulia, svelati motori e allestimenti [VIDEO]

Foto di: Adriano Tosi