Il test è quello dell'hypermiling, a battere il precedente primato due autisti in Belgio con una media di 88 Wh/km

Novecento chilometri con una carica completa: questo il nuovo record di una Tesla Model S P100D fissato, in Belgio, da Steven Peeters e Joeri Cools. Noi abbiamo il nostro Roma-Forlì che ha l’obiettivo di stabilire quale veicolo consuma di meno in rapporto a una distanza prestabilita. In alternativa, esiste anche una pratica chiamata hypermiling che consiste, invece, nello stabilire che distanza possa essere coperta con un "pieno" di serbatoio o, come nel caso di cui stiamo parlando, di una carica completa. Considerando anche che il dato più importante che può emergere da una prova simile, non è tanto la distanza coperta, quanto di come lo stile di guida possa influnzare l’autonomia dell’auto.


La Tesla Model S sembra essere la macchina preferita dagli "hypermilers" per alzare sempre di più l’asticella dell’autonomia; il precedente record, infatti, effettuato sempre con una Model S apparteneva a Casey Spencer proprietario di una Model S 85D che ha guidato a circa 22 miglia orarie per più di 26 ore percorrendo 550,3 miglia (circa 880 km). Peeter e Cools hanno battuto il primato con 901,2 km percorsi (circa 560 miglia) su circuito cittadino di circa 26 km in cui hanno potuto calcolare con precisione le differenze di consumo anche in funzione delle diverse temperature nel corso della giornata. Rispetto al precedente record la velocità media è stata più alta, 40 km/h (circa 28 miglia orarie) con un consumo medio di 88 Wh/km (circa 141,6 Wh/miglio).

Tesla, come va l’ultima versione dell'Autopilot [VIDEO]