Ecco l'impegnativo "tappone" coi passi di Futa e Raticosa. Sempre ben piazzata la nostra Peugeot 203 A

La Peugeot 203 A del nostro Inside Mille Miglia continua a macinare strada con una regolarità invidiabile anche nella terza tappa della più famosa corsa italiana. La guida di Alberto Donghi e la navigazione affidata al nostro Andrea Farina hanno finora permesso alla nera berlina francese di viaggiare sempre fra la 90esima e la 70esima posizione della classifica assoluta: niente male tenuto conto che in gara ci sono ancora poco meno di 400 auto storiche. Oggi è il giorno del tratto Roma-Parma, il "tappone" che ritorna verso Nord affrontando gli incantevoli paesaggi del viterbese, della Val d'Orcia, la salita di Radicofani, Buonconvento, lo spettacolo di Siena e il passaggio sull'Arno a Firenze.


Come non bastasse l'incanto della primavera in Italia vista dai finestrini della Peugeot 203 A del 1954 c'è l'entusiasmo della folla assiepata a bordo strada e il passaggio sui passi appenninici che hanno visto le gesta di Nuvolari, Varzi, Fangio, Moss, Villoresi, Biondetti, Caracciola e Pintacuda: la Futa e la Raticosa che con le loro curve e tornanti diventano tribune naturali per un pubblico strabordante e super appassionato. Bologna, Modena e Reggio Emilia accolgono nella terra dei motori il serpentone rombante di auto e finalmente a Parma si raccolgono le idee prima della tappa finale di domani verso Brescia. Per tutti gli aggiornamenti l'appuntamento è sui social di OmniAuto.it, da Twitter a Instagram e Facebook, mentre per il video racconto Inside Mille Miglia ci rivediamo il 26 maggio.



Inside Mille Miglia, da Roma a Parma