All'inizio non tutti avrebbero scommesso che la Jeep Cherokee, con una carrozzeria non proprio in linea con le tradizioni del costruttore statunitense, potesse riscuotere il successo che ha poi ottenuto: la Cherokee ha sempre avuto tagli netti e linee decise, in particolare nel muso, dove i fari non erano mai stati così affusolati e la griglia anteriore così poco massiccia. E invece il SUV americano, a tre anni dall'esordio, ha venduto 199.736 esemplari negli Stati Uniti e ha chiuso in sesta posizione fra i SUV di lunghezza media più venduti nel Paese. Il suo stile di rottura non ha frenato le persone dal comprarlo, ed è per questo motivo che la Jeep non stravolgerà l'aspetto dell'auto ora che si accinge a rinnovarla: fra pochi mesi infatti la Cherokee riceverà il classico intervento di metà carriera che abbiamo qui ricostruito sulle base delle ultime foto dei prototipi camuffati.


I fari perdono un "livello"


La Cherokeeè sul mercato da 3 anni e "durerà" almeno fino al 2021, quando verrà sostituita da un modello completamente nuovo. Il SUV non cambierà in maniera drastica e riceverà alcuni aggiornamenti al frontale, come visibile dalla nostra ricostruzione grafica, che abbiamo elaborato a partire dalle indiscrezioni trapelate in questi mesi e dagli esemplari di prova fotografati su strada. Gli stilisti della Jeep si concentreranno in particolare sui fanali anteriori e cambieranno il posizionamento di tutte le luci: sul modello rinnovato non troveremo più i fari diurni, gli anabbaglianti/abbaglianti ed i fendinebbia montati su tre livelli di altezza diversi (dal più alto al più basso), ma un gruppo ottico principale e sotto i fendinebbia. L'aggiornamento della Cherokee riguarderà anche il fascione paraurti anteriore (nuovi saranno gli incavi dei fendinebbia) e il supporto posteriore della targa, che verrà alzato dal fascione al portellone.


Ti assiste mentre guidi


Il cambiamento ai fanali è stato deciso anche nell'ottica di una grossa evoluzione a livello tecnologico, perché i tecnici della Jeep hanno dovuto ricavare lo spazio nel frontale per montare i sensori dei nuovi apparati di assistenza alla guida, non disponibili finora ma attesi in occasione del restyling. La Cherokee 2018 riceverà inoltre una grossa rinfrescata all'interno e cambierà nella zona del mobiletto centrale, dove sarà presente l'evoluzione più recente del sistema multimediale Uconnect, che includerà le funzioni Apple CarPlay e Android Auto per riprodurre sullo schermo l'interfaccia dello smartphone. I motori dovrebbero rimanere quelli disponibili oggi, a partire dai benzina 1.4 e 3.2 fino ai diesel 2.0 e 2.2. L'esordio della rinnovata Jeep Cherokee è atteso per inizio 2018, molto probabilmente al Salone di Detroit in calendario dal 14 al 28 gennaio.

Fotogallery: Jeep Cherokee, dopo 4 anni ti guarderà con occhi diversi