Tutti la conoscono e tutti l'hanno vista passare almeno una volta. Ecco cosa significa viverla

La chiamano "la corsa più bella del mondo" e anche se non è più la gara di velocità che si tenne tra il 1927 e il 1957, anche oggi la Mille Miglia resta un'esperienza indimenticabile, un modo unico per vivere la passione per le auto e attraversare l'Italia su quattro ruote. Con #InsideMilleMiglia, OmniAuto.it vuole darvi un assaggio della Freccia Rossa vissuta "da dentro", grazie al nostro Andrea Farina, che con il numero 285 ha partecipato all'edizione 2016 su una Peugeot 203 A del 1954 accanto al proprietario Alberto Donghi.

Brescia-Roma-Brescia

Dopo le verifiche tecniche e la mitica punzonatura - uno dei simboli della Mille Miglia - Andrea e Alberto sono partiti da una piovosa Brescia in direzione Rimini. Da lì poi è stata la volta di Roma, con la passerella in Via Veneto, e poi il terzo giorno verso Parma: la tappa più dura e scenografica attraverso tutta la Toscana e i mitici passi di Futa e Raticosa. Infine l'arrivo, di nuovo a Brescia, passando per la mitica sopraelevata di Monza. Quattro giorni di gara in cui la Peugeot 203 A ha percorso gli oltre 1.600 chilometri di strade aperte al traffico in ogni condizione climatica, attraversando borghi, città e paesaggi spettacolari. Le meraviglie rombanti del passato - tra cui alcuni pezzi leggendari, come le Alfa Romeo 6C Touring o la Lagonda M45 Rapide Works che partecipò alla gara originale - rendono la carovana della Mille Miglia un elogio alla bellezza, ma l'anima della corsa è anche il pubblico, che affolla i bordi delle strade con un affetto straordinario.

Tutto regolare

L'avventura #InsideMilleMiglia di Andrea Farina è stata doppia, perché la Freccia Rossa di oggi è anche una vera competizione di regolarità, in cui le auto si sfidano al centesimo di secondo nelle prove cronometrate e in quelle di media. Con road book e cronometro in mano, Andrea ha dato il ritmo alla Peugeot 203 A del 1954 e ad Alberto Donghi, concludendo la gara sfinito, ma con un ottimo 69mo posto su 446 equipaggi iscritti. Ora non vi resta che guardare il video di #InsideMilleMiglia per scoprire perché Andrea Farina ripartirebbe subito!