Svelate le quattro modalità offline e l'assenza di meteo e orario dinamici. Il core business sarà il multiplayer

Il nuovo capitolo della serie Gran Turismo si avvicina di giorno in giorno e come la più attesa delle supercar non passa settimana che non vengano svelati nuovi dettagli. E' certa la data d'uscita - novembre 2016 - ed è certo il gameplay come anche le auto e i circuiti a disposizione, ora Kazunori Yamauchi ha confermato quello che si presagiva da tempo: Gran Turismo Sport sarà un titolo che punterà tutto (o quasi) sul gioco online. Il "papà" del simulatore di corse in arrivo su PS4 lo ha detto tra le righe, confermando anche l'assenza di meteo e orari dinamici - rinunce che punta a migliorare frame rate e grafica -, ma le modalità di gara previste non sembrano lasciare spazio a dubbi.


Nella campanga offline all'appello ci saranno la Beginner's School con le ormai classiche lezioni di guida, la Circuit Experience per conoscere meglio i circuiti, la Mission Challenge per competere su specifici obiettivi e la Racing Etiquette, che si concentrerà invece sulla teoria di guida reale. Una vera e propria campagna offline sembra quindi mancare. Una rinuncia - se fosse confermata - che però rassicura sugli sforzi fatti dal team Polyphony Digital sul core business di Gran Turismo Sport: i campionati online. Il simulatore si configura infatti sempre più come una vera arena da giocare tutta online, dove a farla da padrone saranno classifiche reali stilate dalle gare virtuali dei giocatori. Una bella novità, che aspettiamo solo di provare su console.



Gran Turismo Sport, il trailer




Secondo trailer per Gran Turismo Sport, atteso su PlayStation 4 il 16 novembre

Gran Turismo Sport, lo abbiamo provato in anteprima [VIDEO]