Prima era una F, poi una 760 e infine una spettacolare one-off in carbonio rosso con cambio manuale

Per un'auto 12 anni non sono pochissimi, anzi superano la media nazionale italiana ferma a 9,5 anni, ma senza una corretta manutenzione possono essere anche troppi. Quando però a spegnere le dodici candeline è una Pagani Zonda le cose cambiano un po', visto che si tratta di un gioiello solitamente con pochi chilometri sulle spalle e tante attenzioni che la circondano. Un caso estremo in tal senso è quello della Pagani Zonda 760 Fantasma Evo, una vettura uscita di fabbrica nel 2005 e che nel corso degli anni ha subito le modifiche che la rendono quello splendore che vedete in queste immagini.


Dalla F ai 760 CV


La tormentata vita di questa Pagani Zonda Fantasma Evo nasce con le forme di una Zonda F di colore Metallic Orange, telaio numero 53 e guida a destra, insomma uno dei 25 esemplari dedicati a Manuel Fangio con il classico motore AMG 7.3 V12 e l'aerodinamica modificata con spoiler e alettoni. Nel 2012 l'hypercar italiana è rimasta coinvolta in un incidente senza danni per il conducente ed è stata ricostruita secondo le specifiche 760 (come i CV di potenza), con carrozzeria in fibra di carbonio a vista e alcune parti derivate da Zonda Cinque e Zonda R. Come un'araba fenice, dalle ceneri era rinata la Zonda 760 SH, dalle iniziali del proprietario.


Arriva il cambio automatico e la fibra di carbonio rossa


Arriviamo al 2017 e ritroviamo la stessa Pagani con il soprannome di "Fantasma" che rientra nelle officine di San Cesario sul Panaro per una serie di altri aggiornamenti alle specifiche Evo. Per essere ancora più esclusiva rispetto alle altre "760" personalizzate, la Fantasma diventa unica fra le uniche e diventa la Pagani Zonda 760 Fantasma Evo con l'adozione di un cambio manuale a 6 rapporti al posto del precedente sequenziale. Il colore è un esclusivo rosso che impregna la fibra di carbonio nella parte superiore e che lascia vedere il materiale ultraleggero nella parte bassa, mentre il frontale ha altri piccole modifiche che la rendono una vera "apparizione".

Pagani Zonda 760 Fantasma Evo, nata tre volte