Nuovi dettagli in nero opaco e lucido per esterni ed interni. Invariato il poderoso V8 da 528 CV

Si sa, il nero sta bene con tutto. Non fa eccezione la Bentley Flying Spur V8 S, sulla quale ora è disponibile il nuovo allestimento Black Edition che, come suggerisce il nome, introduce rifiniture e dettagli in tinta scura. Via le cromature, ora gli inserti sono tutti in nero opaco o lucido, come ad esempio le calotte degli specchietti retrovisori, le maniglie apriporta e la cornice dei finestrini. Per la Flying Spur Black Edition ci sono nuovi cerchi in lega da 21 pollici, rigorosamente neri, con disegno a sette razze. Anche i gruppi ottici sono stati rivisti e oscurati.


Dentro si ritrovano le stesse tonalità che caratterizzano gli esterni, a cominciare dalla plancia e dai pannelli porta che hanno gli inserti in legno Piano black. L’allestimento Black Edition non vuole comunque limitare la fantasia dei facoltosi clienti che scelgono una Flyng Spur V8 S, visto che con il programma di personalizzazione Mulliner si possono scegliere varie combinazioni di colori e materiali per gli interni, così come diverse tinte per gli esterni e per le pinze freno, oltre che diversi design per i cerchi. Magari per sottolineare anche il carattere sportivo di questa berlina di lusso, che con il suo V8 biturbo è capace di 528 CV, 680 Nm e di uno 0-100 km/h in appena 4,9 secondi, per una velocità massima di oltre 300 km/h.

Bentley Flyng Spur V8 S Black Edition, il lato oscuro del lusso

Foto di: Lorenzo Curatti