Ha un motore da 163 CV e offre 800 km di autonomia. Il debutto nel 2018

Dopo le prove generali con la iX35 Fuel Cell, Hyundai torna sull’idrogeno con un progetto ancora più ambizioso, nella scheda tecnica, nel design e nelle ambizioni. Il cambio di passo lo dimostra, tra le altre cose, il fatto che i coreani hanno deciso di non proporre più una versione a idrogeno del proprio SUV compatto (in questo caso sarebbe toccato al Tucson), ma hanno dato forma a un modello a sé stante. Modello di cui ancora non si conosce il nome, che verrà svelato al CES di Las Vegas del prossimo anno, evento scelto per il lancio ufficiale della vettura.


Parte anche a -30°C


Rispetto alla citata iX35 Fuel Cell, l’efficienza energetica del nuovo SUV cresce dal 55,3 al 60%, per un’autonomia totale di circa 800 km (secondo ciclo NEDC). Disponibile a trazione anteriore o integrale e spinto da un motore elettrico da 163 CV, il nuovo SUV è nettamente migliorato nelle partenze a freddo (possibili fino a -30°C), grazie a una serie di miglioramenti apportati nello stoccaggio dell’idrogeno. A proposito di questo, ora i serbatoi sono tre e di dimensioni identiche, mentre la loro densità di stoccaggio è stata nettamente incrementata, grazie tra le altre cose all’utilizzo di nuovi materiali che hanno permesso di ridurre lo spessore delle pareti. Un altro aspetto su cui si è lavorato molto è quello dell’affidabilità: in Hyundai promettono che il nuovo FCEV avrà una “vita utile" molto superiore rispetto a quella dell’iX35 Fuel Cell.


Ispirato dall’acqua


Che il nuovo Sport Utility emetta solo acqua lo si capisce, almeno secondo chi l’ha disegnato, dalle sue forme, ispirate appunto dall’acqua: di sicuro non ci sono spigoli, l’aspetto generale è minimalista ma non banale. Dentro, si è optato per un arredamento chiaro e per grandi schermi digitali, due per la precisione, racchiusi sotto un’unica palpebra: un po’ come sulle Mercedes Classe E. Questo veicolo fa parte della strategia di elettrificazione di Hyundai, che vedrà, nel 2018, l’arrivo della Kona EV (390 km di autonomia); nel 2021 sarà il turno della Genesis EV e, successivamente, di un’elettrica da oltre 500 km di autonomia.

Hyundai, ecco il nuovo SUV a idrogeno

Foto di: Adriano Tosi