Il prototipo anticipa una tecnologia del 2017 che alla fuel cell affianca batterie da 50 km a zero emissioni

Per Mercedes la prossima auto fuel cell alimentata ad idrogeno sarà anche plug-in, potrà cioè essere ricaricata da una presa di corrente per percorrere fino a 50 km in modalità totalmente elettrica. Questa vettura a celle di combustibile e ricaricabile alla spina è la versione di serie della Mercedes GLC F-Cell che sta già macinando chilometri di prova e che diventerà realtà nel 2017.


50 km con le batterie, 500 km con l'idrogeno


Il prototipo del SUV tedesco a idrogeno che vedete in queste foto ufficiali sfrutta un modulo fuel cell compatto al posto del motore anteriore, un motore elettrico di trazione e una batteria agli ioni di litio da 9 kWh che funziona sia come sistema tampone che per alimentare da sola l'auto per circa 50 km. L'autonomia combinata di batteria e serbatoio di idrogeno è invece pari a 500 km.


La pila a combustibile è più piccola e meno costosa


Il segreto di Mercedes GLC F-Cell sta proprio nella compattezza della pila a combustibile anteriore, più piccola del 30% rispetto a quella della precedente Classe B F-Cell e sviluppata a Vancouver (Canada) assieme a Ford nell'ambito dell'accordo Automotive Fuel Cell Cooperation. Il dispositivo che trasforma idrogeno e ossigeno in elettricità è stato migliorato anche a livello di prestazioni e di costi produttivi, con un contenuto di prezioso platino ridotto del 90%.


Nel 2017 su strada


La nuova Mercedes fuel cell del 2017 basata sulla GLC F-Cell sarà la prima auto a idrogeno ad avere una batteria dedicata alla trazione elettrica (per 50 km) e ricaricabile "alla spina" sia da una presa domestica che da una colonnina pubblica. A dare il resto dell'autonomia ci pensano invece due serbatoi per l'idrogeno in fibra di carbonio che contengono 4 kg di gas e possono essere ricaricati in circa tre minuti.

Mercedes GLC F-Cell, il SUV a idrogeno diventa plug-in

Foto di: Fabio Gemelli