La supercar da 1.050 CV ha vinto il premio ADI Compasso d’Oro

Ci sono premi più ambiti di altri. Quando si parla di cinema pensiamo agli Oscar; quando parliamo di letteratura o di impegno in favore della pace mondiale guardiamo ai Nobel; la stessa cosa accade nell’abito del design con il premio ADI Compasso d’Oro. Il riconoscimento, giunto alla XXIV edizione, poche volte ha avuto a che fare con le auto (nella sua storia ne sono state premiate solo nove) e quest’anno è andato alla Ferrari FXX K, la supercar da pista che eroga la potenze di ben 1.050 CV. La giuria internazionale è stata conquistata dalla sua “grande artigianalità industriale che rispecchia i valori della Ferrari e del Made in Italy” e si è congratulata con “un team formidabile che incarna i valori di un marchio storico”.


Falvio Manzoni, Senior Vice President del Design, ha ritirato il premio ieri sera durante la cerimonia che si è svolta a Palazzo Isimbardi a Milano. La Ferrari FXX K ha un design che deriva da LaFerrari, ma ha un’estetica funzionale al 100%. Non c’è nulla nella sua linea che non sia stato pensato ad hoc per le prestazioni. L’aerodinamica di questa “belva” - riservata a pochissimi fortunati - è estrema, basti guardare all'ala frontale che ha due elementi con splitter maggiorato o alle pinne verticali di coda con carrozzeria alzata e spoiler mobile che si allunga di ulteriori 60 mm. Le minigonne sono estese e due condotti di by-pass riducono la pressione dell'aria davanti alle ruote posteriori. Solo così il carico verticale è migliorato del 50% e arriva fino a 540 kg alla velocità di 200 km/h.

Ferrari FXX K, 1.050 CV da pista

Foto di: Fabio Gemelli