Il tetto fotovoltaico opzionale regala 5 km elettrici in più alla nuova ibrida alla spina

I pannelli solari sulle auto sono stati sempre rari e i pochi visti fino ad ora servivano al massimo ad alimentare il climatizzatore da fermi (vedi l'Audi A8) o mantenere in carica la batteria a 12 volt (Nissan Leaf). Ora però le cose stanno per cambiare, visto che la Toyota Prius Plug-In Hybrid appena presentata in Giappone ha fra i suoi optional un tetto ricoperto di pannelli solari. Questo significa che i clienti che in Europa e in Giappone ordineranno il tetto solare potranno percorrere 55 km in modalità EV invece dei 5 km dichiarati per il modello senza questo accessorio.

Tetto in vetro fotovoltaico

 

Oltre a questo il pannello solare della Prius Plug-In Hybrid servirà anche ad alimentare i fari, il climatizzatore e i vetri elettrici con l'auto in marcia in modo da ridurre il consumo della batteria e migliorare così consumi e percorrenza con un pieno elettrico. Pur essendo riusciti a inglobare nel tetto in vetro delle celle fotovoltaiche finalmente efficienti al punto da giustificarne il peso e l'ingombro su un'auto di serie i tecnici Toyota non sono ancora stati capaci di omologare questo accessorio secondo le severe norme di sicurezza statunitensi sui crash test e il ribaltamento dell'auto. Per questo gli ingegneri sono ancora al lavoro per realizzare una soluzione simile con un pannello in laminato plastico.

 

Toyota Prius Plug-In Hybrid, più di 50 km in elettrico

Foto di: Adriano Tosi