La Casa cinese svela in anteprima i primi rendering del SUV compatto, elettrificato e connesso

Anche il Salone di Francoforte sarà “monopolizzato” dagli Sport Utility: tra questi ci sarà quello tutto nuovo, compatto, di Chery. Verrà svelato in versione praticamente definitiva e rappresenta il primo tassello di una gamma che, nei prossimi anni, si svilupperà parecchio a partire proprio da questo progetto, sia dal punto di vista del design sia da quello tecnologico. Ray Bierzynski, Executive Vice President del centro di ricerca e sviluppo Chery di Shanghai, ha affermato: “Questa auto incarna il nostro nuovo approccio all’Europa e ai mercati maturi in generale. Tutti i prodotti che lanceremo nei prossimi anni avranno uno stile in comune con questo SUV, una tecnologia incentrata sull’uomo, motori ibridi o elettrici e avanzati sistemi di sicurezza”.


Stile “Life in Motion”


Il design è stato definito da James Hope e dalla sua squadra pensando a una clientela giovane e urbana: per questo, le sue proporzioni sono molto sportive, “schiacciate” verso il basso. Da notare la “barra” cromata che attraversa il frontale a tutta larghezza, che è stata scelta come elemento distintivo del marchio e che, quindi, ritroveremo su tutti gli altri prodotti Chery. Non mancano ovviamente cornici cromate attorno ai finestrini e luci a led anteriori.


Grandi piani per l'Europa


Il piano di Chery per l’Europa è ampio e dettagliato. C’è il prodotto, ovviamente, ma c'è anche tanto di tutto il resto: lo sviluppo di un canale per le flotte aziendali e l’apertura di centri di design e di ricerca e sviluppo nel Vecchio Continente. Un programma di tutto rispetto, a maggior ragione se si tiene conto che questo è il Gruppo automobilistico n°1 in Cina per esportazioni (lo è da 14 anni consecutivamente) e che nel 2016 ha venduto 700.000 veicoli, pari a un +28% rispetto all’anno precedente.

Fotogallery: Chery, ecco il nuovo SUV per Francoforte