Per ora, solo a Roma e Milano, ma in futuro tutti potranno avere un’idea sulle probabilità di trovare posto

“Troverò parcheggio?” E’ questo uno degli incubi ricorrenti di chi va in centro per una serata o, peggio, tutti i giorni per lavoro. La risposta la dà Google, grazie a una funzione implementata recentemente in Google Maps, sia per Android sia per iOS (è possibile che sul vostro dispositivo non sia ancora arrivata, perché la release è del 29 agosto). In pratica, una volta impostata la destinazione, nella parte bassa dello schermo compare una previsione basata sui dati memorizzati, fino a quel momento, utile a capire quante probabilità ci siano di trovare il famoso “buco” per piazzarci la macchina.


Nessuna certezza, solo previsioni


Insomma, questa funzione non vi dà alcuna certezza, perché la previsione è fatta sui dati storici, ma vi dà modo di predisporvi al meglio dal punto di vista psicologico. Per ora potete usufruire di questo servizio nelle seguenti città: Alicante, Amsterdam, Copenhagen, Barcellona, Colonia, Darmstadt, Dusseldorf, Londra, Madrid, Malaga, Manchester, Milano, Montreal, Mosca, Monaco, Parigi, Praga, Rio de Janeiro, Roma, San Paulo, Stoccolma, Stoccarda, Toronto, Valencia, Vancouver.


Indicazioni più precise, ma solo negli USA


Google, che è sempre più un assistente personale (un vero e proprio Grande Fratello, per dirla tutta), ha già pensato a un’evoluzione importante. Si chiama “find parking” e, letteralmente, significa trovare parcheggio. In questo caso, una volta inserita la destinazione, basta fare tap sull’apposito comando e “big G" dice quali sono i garage e i parcheggi disponibili, con tanto di indicazione della distanza dalla destinazione stessa e del tempo di percorrenza a piedi.