Il pilota e medaglia d’oro ai Giochi paralimpici presta la voce al simpatico muletto Guido

Alex Zanardi torna a vestire i panni del doppiatore cinematografico. Giovedì 14 settembre esce in Italia il terzo capitolo di Cars, il film d’animazione prodotto dai Pixar Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures che dal 2006 appassiona milioni di bambini e adulti, e Alex Zanardi presta ancora una volta la voce al simpatico muletto Guido. In anteprima rispetto all’uscita del film vi mostriamo in esclusiva la video intervista al pilota che abbiamo incontrato tante volte, come in occasione dei festeggiamenti per i 100 anni del brand BMW (qui l’intervista) o durante la presentazione della BMW Driving Experience (qui il video). Vederlo nella sala di doppiaggio e non in pista fa un certo effetto, ma Alex - da campione qual è - si trova già a suo agio. “Per me è una cosa bellissima - dice -. E’ una di quelle cose che va nel libro delle esperienze più belle che ho fatto, ne sono molto orgoglioso”.


Lui, bolognese di nascita, si è trovato a interpretare un modenese e non è stato sempre facile. Gli scivoloni dialettali erano dietro l’angolo ed è bello vedere come Zanardi si sia impegnato a dare a Guido un carattere molto verosimile. In Cars 3 Saetta McQueen è un'auto da corsa veterana che però è stata costretta al ritiro dopo un incidente (al Salone di Detroit ne era stata presentata una identica in scala 1:1). Come Alex però è un pilota al 100% e non si vuole arrendere, ma tornare in pista per battere Jackson Storm e confermarsi campione. I suoi amici quindi lo aiuteranno e insieme ad Alex Zanardi ascolteremo le voci di personaggi famosi come l’attrice Sabrina Ferilli (Sally Carrera) e il pilota Sebastian Vettel (Vettel). Al debutto come doppiatori ci sono anche volti noti nel mondo della musica: J-Ax (Commentatore gara di rally) e La Pina (Miss Fritter). Ricordiamo, infine, che insieme al film è in uscita il videogame di cui qui trovate l'anteprima.

Cars 3, in esclusiva il video con Alex Zanardi

Foto di: Eleonora Lilli