Nei centri di ricerca tedeschi si studiano tutti gli aspetti del nuovo sistema ibrido fuel cell

La Mercedes GLC F-CELL si prepara al lancio della versione a idrogeno, in anteprima nella versione di serie al Salone di Francoforte: la novità è l'unione delle batterie fuel cell con un sistema ibrido plug-in, per compensare le eventuali carenze delle diverse tecnologie, a cominciare dall'autonomia. Novità sì, ma frutto dell'esperienza Mercedes nei motori a idrogeno, che parte da lontano: la concept NECAR 1 è del 1994, è da quel momento oltre 300 veicoli a idrogeno della Stella, in prevalenza concept car, hanno percorso circa 18 milioni di chilometri.


I test al chiuso tra crash test e venti tropicali


Per allestire la GLC F-CELL di serie sono stati effettuati numerosi test, a cominciare da quelli al chiuso, nei centri tecnici Mercedes. C'è uno specifico Centro per le fuel cell a Nabern, vicino a Stoccarda, che ha ovviamente svolto un ruolo cruciale, utilizzando dal 2015 ben 200 tonnellate di idrogeno, ed emettendo un gran quantità di gas di scarico, in realtà costituiti solo da vapore acqueo. Sono stati coinvolti anche il Centro per la tecnologia si sicurezza del veicolo (TFS), aperto nel novembre del 2016, che è un moderno luogo per i crash test anche per i veicoli con motorizzazioni avanzate, e il Centro tecnologico di Sindelfingen, un avanzato centro aerodinamico: qui è possibile anche ricreare condizioni climatiche estreme, come temperature da -40° a 60°, ma anche raffiche di vento fino a 265 km/h, piogge tropicali o tempeste di neve.


Oltre 500 test sulle strade d'Europa


Dopo i test al chiuso, i prototipi della GLC F-CELL hanno iniziato a percorrere le strade vere, sia in estate che in inverno, in Spagna, Svezia, Germania e altri paesi; i test estremi e specifici per i SUV sono stati condotti nella Sierra Nevada, in Spagna, e nei luoghi montuosi tedeschi di Schwäbische Alb o nella Foresta Nera. Il numero dei test individuali ha superato il numero di 500, anche se, in questo caso, alle prove consuete si sono aggiunte quelle per verificare i componenti nuovi, in particolare il motore elettrico, le batterie fuel-cell e il funzionamento combinato di motore elettrico e termico. Il tutto verificando i sistemi di sicurezza: ad esempio, i serbatoi di idrogeno sono collocati tra gli assali, e circondati da un telaio addizionale, e ci sono sistemi aggiuntivi, come valvole nei serbatoi o la protezione per il circuito elettrico ad alta tensione. L'obiettivo è chiaro: il cliente deve poter viaggiare con tranquillità anche su un SUV dalla tecnologia innovativa.



Mercedes-Benz: GLC F-CELL, i test




Vediamo come nasce la Mercedes GLC F-CELL, SUV ibrido plug-in con aggiunta di idrogeno.

Fotogallery: Mercedes GLC F-CELL, lo sviluppo del SUV a idrogeno