La Casa Californiana ha offerto un upgrade temporaneo on-the-air del software portando la capacità da 60 a 75 kWh

Potenza degli aggiornamenti over-the-air (OTA) del software Tesla. La Casa californiana ha, infatti, inviato a tutti i possessori di Model S e Model X con il pacco batterie da 60 kWh residenti nelle zone interessate dall’uragano Irma, un upgrade del software che ha sbloccato, temporaneamente, il limite di carica e ha dato la possibilità così di avere a disposizione 75 kWh. L'aumento ha permesso di incrementare l’autonomia da 210 a 249 miglia (circa 400 km), in modo da potersi allontanare a sufficienza dalla zona di pericolo.


La notizia era stata dapprima diffusa sui forum e siti web degli appassionati dell’auto elettrica, primi fra tutti Teslarati e Tesla Motor Club e successivamente confermato anche dai portavoce di Tesla. Lo sblocco del software, che normalmente costerebbe circa 2.000 dollari, è attivo fino al 16 settembre data in cui verrà di nuovo ripristinata l’autonomia di 60 kWh. Il portavoce del Brand californiano ha anche motivato la decisione, venuta, sembra, da una richiesta di un possessore che chiedava più autonomia per fuggire, come una priorità nel dare a tutti i loro clienti il massimo delle risorse per mettersi in salvo dall’uragano.

Tesla, come va l’ultima versione dell'Autopilot [VIDEO]