La Roadmap E prevede un maxi investimento da 20 miliardi di euro per le vetture e 50 mld per le batterie

Due anni dopo lo scandalo Dieselgate, il Gruppo Volkswagen presenta il più ambizioso piano di elettrificazione della gamma di tutti i tempi: si chiama Roadmap E e completa la Strategy 2025 presentata nel 2015. Gli obiettivi si confermano ambiziosi: 80 nuove auto elettriche ed ibride entro il 2025 (in dettaglio sono 50 elettriche pure e 30 ibride) con un investimento nell’elettrificazione pari a 20 miliardi di euro che servirà per mettere a punto nuove piattaforme, aggiornare le fabbriche e a coinvolgere il personale in corsi di formazione specifici. Il Gruppo tedesco, infatti, pensa in grande e a 360 gradi, tanto che il CEO, Matthias Muller, alla Volkswagen Night per il Salone di Francoforte ha detto: “Saremo il traino della trasformazione nell’intera industria dell’auto”.


Investimenti chiave anche nelle batterie


Il cambio di rotta verso le emissioni zero ovviamente non riguarda solo il Gruppo Volkswagen, ma con questo piano il Colosso di Wolfsburg è il primo a voler elettrificare l’intera gamma trasformandosi completamente. La sua politica finora è stata diversa da quella di un gigante come ad esempio Toyota che da decenni punta sull’ibrido ed ora promette che entro il 2030 tutti i modelli del Gruppo tedesco saranno a emissioni zero, il che significa che ci sarà una variante elettrica per ciascuno dei circa 300 modelli in portfolio. Già nel 2025 è stato stimato che per dare energia a tutte queste auto serviranno batterie con più di 150 GWh di capacità ogni anno; per questo il costruttore investirà più di 50 miliardi di euro nel settore della ricarica. E’ il volume d’investimento più alto mai registrato finora nella storia dell’industria automobilistica.


Il diesel non è morto, anzi


Nel suo discorso a Francoforte Muller ha parlato anche di motorizzazioni tradizionali, in particolare ha chiarito la posizione del Gruppo sul diesel, che in tanti hanno dato per morto. Stando alle sue dichiarazioni questo tipo di alimentazione ha una vita ancora lunga e il passaggio dalla mobilità odierna a quella a zero emissioni passerà attraverso diesel più puliti. Un catalizzatore SCR sarà su ogni diesel prodotto dal Gruppo e tutti i nuovi diesel saranno equipaggiati con un filtro antiparticolato di ultima generazione. Poi, dal 2019 arriverà la nuova generazione di motori a gasolio Volkswagen, con consumi ed emissioni ridottissimi (stando alle promesse di Wolfsburg). Inoltre il Gruppo sta lavorando ad un combustibile sintetico prodotto da energie rinnovabili che potrebbe costituire una svolta nel funzionamento dei motori a combustione tradizionale. Il tutto senza dimenticare l’investimento sulle motorizzazioni a gas naturale.



Salone di Francoforte, in diretta dalla Volkswagen Group Night!




Un assaggio di Salone di Francoforte dalla Volkswagen Group Night! Seguite la "passeggiata" di Alessandro Lago.