Il prototipo dei Tre Ellissi anticipa i programmi futuri che vedranno motorizzazioni ibride più performanti

Un team dello studio ED2, il centro stile europeo di Toyota, ha deciso di esplorare il mondo C-HR basato sull'esclusiva piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA) provando e reinterpretare colori trame e rivestimenti del crossover best seller dei tre ellissi abbinandolo a una motorizzazione ibrida super performante e dalle linee ancora più estreme, presentandolo al Salone di Francoforte. Con la Toyota C-HR Hy-Power si è creato un prototipo che instaura un legame ancora più stretto fra auto e conducente puntando sul divertimento alla guida e sul design. Il tutto arricchito da un motore brillante che anticipa, in qualche modo, i programmi futuri dell'ibrido Toyota.

Pochi tocchi di stile

Mettere mano alla C-HR dal punto di vista della carrozzeria non è cosa facile viste le linee già estreme del crossover. La scelta del centro stile è stata dunque quella di non aggiungere nulla, ma di puntare, sull'utilizzo innovativo di colori, rivestimenti e dettagli. il motivo ispirante è stato quello della trasformazione del carbonio in diamante e di come, dunque, la roccia possa nascondere un aspetto più prezioso al suo interno. Da questo nasce la nuova vernice Dark Carbon, impreziosita dall'adozione di inserti in nero opaco, tra cui il lip spoiler anteriore, la superficie sopra il logo Toyota e il rivestimento degli archi passaruota

Arancione a contrasto

Gli elementi cromati, tra cui i bordi dei gruppi ottici, le cornici dei vetri e i cerchi in lega da 20'' consolidano l'effetto. Per mettere in risalto alcuni elementi come la griglia inferiore, gli alloggiamenti dei retrovisori e l'interno dei gruppi ottici stata adottata la vernice anodizzata Burning Orange. ll tetto, è ricoperto con un'esclusiva pellicola disegnata a sfaccettature che trasforma il nero sul posteriore in un brillante arancione anodizzato sull'anteriore.

Interni in linea con la livrea

L'approccio tono su tono è ripreso negli interni che uniscono tappezzeria e rivestimenti neri con inserti Burning Orange. I sedili sono rifiniti in pelle nera con poggiatesta e rinforzi arancioni. La trama Burning Orange è stata utilizzata per realizzare un esclusivo schema asimmetrico sull'imbottitura. Lo stesso design viene ripreso dai pannelli interni delle portiere, mentre gli inserti arancioni incorniciano lo schermo del sistema infotainment Toyota Touch 2.

Un ibrido più potente

Il cuore del prototipo è la nuova trasmissione ibrida capace che aumenta la potenza nominale e quindi le prestazioni dell'auto ben oltre i 122 CV disponibili sul modello di serie. Oltre che essere un esercizio di stile, questa scelta anticipa le future strategie del Brand che prevedono la realizzazione di varianti ibride più performanti per tutti i modelli chiave e che verranno divulgate nel corso del 2018.

Salone di Francoforte: Toyota C-HR Hy-Power, l'ibrido si fa forte

Foto di: Francesco Stazi