A Shanghai si svelano per la prima volta i modelli sportivi a zero emissioni

La nuova era elettrica di Volvo si chiama Polestar e ha già un luogo e una data di nascita: il 17 ottobre 2017 a Shanghai, in Cina. E' questo il giorno in cui Thomas Ingenlath, ad di Polestar, svelerà al mondo - e a OmniAuto.it che sarà presente - i piani futuri e i primi modelli del nuovo marchio creato da Volvo per produrre auto elettriche ad alte prestazioni. Conosciamo anche il simbolo della nuova Polestar, la stella polare composta da due frecce convergenti.


Polestar, un inizio in pista


Altri dettagli non se ne conoscono, ma certo è che per la Casa svedese di proprietà cinese si tratta di un momento epocale, un punto di svolta che punta tutto su elettrificazione, guida autonoma e sicurezza. Sembra lontanissimo quel giorno del 2015 in cui Volvo ha acquistato il marchio Polestar e la Polestar Performance specializzate nella preparazione di Volvo da corsa e stradali potenziate.


Un marchio predestinato all'elettrico


Eppure, ha svelato il CEO Hakan Samuelsson in un'intervista ad Automotive News, già dall'inizio l'idea era quella di creare un inedito brand di auto elettriche sportive e il tutto è stato portato avanti nel più assoluto segreto. Anche in Italia sono in vendita le Volvo S60 e V60 Polestar con dettagli grintosi e motore a benzina 2.0 volumetrico da 367 CV, ma entro qualche anno dovremo abituarci ad ottenere le stesse prestazioni con vetture Polestar a zero emissioni.

Volvo S60 e V60 Polestar, per un pugno di carbonio in più