Accelerazione da paura per François Gissy che arriva a 260 km/h a cavallo di un trike a reazione

E' a metà strada fra un dragster e una razzo spaziale, ha solo tre ruote e va ad acqua e aria. Ecco il ritratto del nuovo triciclo da record realizzato dal francese François Gissy che sul circuito del Paul Ricard è riuscito ad accelerare da 0 a 100 km/h in appena 0,551 secondi e di toccare i 260 km/h in poco più di 3 secondi. Per un rapido confronto basti vedere la Bugatti Chiron che per la stessa prova impiega 2,4 secondi.


Più di un'astronauta


Il pauroso balzo in avanti fatto Gissy sul suo trike a reazione lo potete vedere da varie angolazioni nel video qui sotto, ma se pensate di emularlo o lo state invidiando per l'impresa sappiate che il suo corpo ha subito un'accelerazione media di 5,138 g. Si tratta di una spinta superiore anche a quella sperimentata dagli astronauti durante il decollo del loro razzo vettore.


Acqua piovana e aria, ecco la ricetta


Una delle cose più incredibili di questa pericolosa impresa è che l'inventore francese ha utilizzato come propulsore un enorme serbatoio pieno d'acqua piovana e aria compressa. Il contenuto del "bombolone" fissato al triciclo viene rilasciato istantaneamente e questo schizza in avanti sul principio del motore a getto o a reazione. Gissy non è nuovo a questi exploit, visto che nel 2014 è riuscito a stabilire un record di velocità in bici (sempre a reazione) con 333 km/h.



Triciclo a reazione, da 0 a 100 km/h in 0,5 secondi




Acqua piovana a aria compressa (molto compressa). Ecco gli ingredienti per il triciclo a reazione che va da 0 a 100 km/h in 0,5 secondi.

Fotogallery: Da 0 a 100 km/h in mezzo secondo? Basta un triciclo ad acqua