La monoposto che ha vinto il GP di Monaco 2001 verrà battuta il 16 novembre e potrebbe superare 4 milioni di dollari

Il guasto in partenza alla monoposto di David Coulthard e il ritiro di Juan Pablo Montoya spianarono la strada a Michael Schumacher e gli regalarono un successo facile facile. Questa serie di fortunate combinazioni non sminuisce però il valore della vittoria nel Gp di Monaco 2001, uno fra i nove successi che il pilota tedesco si aggiudicò in stagione, al volante di una monoposto che lo portò a vincere il quarto titolo di carriera. I collezionisti più facoltosi avranno la possibilità di aggiudicarsi proprio quell’auto, la F2001 guidata da Schumacher nel Principato, che verrà battuta all’asta il 16 novembre a New York e potrebbe raccogliere una valutazione superiore a 4 milioni di dollari.


La monoposto in vendita ha il numero di telaio 211 e si aggiudicò anche la vittoria in Ungheria, al termine di un Gran Premio che permise a Schumacher di stabilire un record: il tedesco vinse la gara numero 52 in carriera e raggiunse Alain Prost nella classifica dei piloti più vincenti in Formula 1. La Ferrari F2001 sarà mostrata in anteprima ad Hong Kong dal 28 settembre al 3 ottobre, nel corso degli eventi organizzati in tutto il mondo per festeggiare i 70 anni del Cavallino. La Ferrari si aggiudicò nel 2001 l’undicesimo titolo costruttori e il quindicesimo piloti, al termine di una stagione esaltante, in cui Schumacher vinse 9 gare su 18 e rifilò un distacco abissale in classifica al primo inseguitore: il tedesco finì il campionato con 123 lunghezze, Coulthard con 65.

Ferrari F2001, all’asta quella di Schumacher