Nuova Zelanda - Wanaka – Queenstown

Seguendo un consiglio della guida conosciuta sul Fox Glacier, abbiamo deciso di fare una strada alternativa per percorrere i pochi chilometri che separano Wanaka da Queenstown.


Seguendo la Cadrona Valley Road e la Crown Rage Road giungiamo sul passo di Cadrona da cui si hanno magnifiche vedute dall’alto di tutte le valli della zona. Immediatamente ci rendiamo conto dell’incredibile posizione di cui gode Queenstown: alle pendici di montagne innevate e sulla sponda del lago Wakatipu. Questa piccola cittadina è considerata, a ragione, la perla dell’inverno neozelandese. L’equivalente della nostra Cortina d'Ampezzo.


Dopo una breve visita di Queenstown, abbiamo preso la “Gondola”, una funivia che sale sul monte alle spalle della città e dalla quale si gode la vista sull’intera vallata. Inoltre sulle pendici della collina ci sono numerose attività come una stazione di bungee jumping che non abbiamo potuto provare per via del forte vento (e non tutti erano dispiaciuti dell'impendimento meteorologico).


In compenso ci siamo diretti verso i Remarkables, la più famosa stazione sciistica della zona. La strada sterrata e il principio di nevicata hanno rallentato un pò’ il percorso, ma il panorama ha ripagato appieno il viaggio. Anche in questo contesto si è rivelata fondamentale la Hyundai Santa Fe, la cui trazione integrale ci ha evitato di montare le catene.
Ridiscesi a Queenstown, dopo un break in albergo, ci siamo concessi un aperitivo al bar “- 5”, dove la temperatura è costantemente cinque gradi sotto lo zero e tutto è di ghiaccio, compresi i bicchieri. L’esperienza dura mezz'ora e il prezzo d’ingresso comprende la dotazione di cappotti e guanti supplementari. Un’ po’ turistico, ma come si suol dire... possiamo dire di esserci stati!


La serata è proseguita in un ottimo ristorante dove (finalmente!) siamo riusciti ad assaggiare piatti “tipici” neozelandesi tra cui la carne di cervo.

Fotogallery: Nuova Zelanda - Wanaka – Queenstown