Nuova Zelanda - Dalla caverne di Waitomo alla finale del Tre Nazioni

Le Waitomo Caves costituiscono un’importantissima attrazione dell’Isola Nord. Si tratta di grotte carsiche, complete delle solite stalattiti e stalagmiti, ma rese uniche al mondo dalla presenza di “glowing worms”, dei i vermi luminescenti appesi al soffitto. Raccontata così può fare impressione, ma quando si è all’interno della grotta e si spengono le luci, proprio il soffitto si trasforma in un cielo stellato: un emozione davvero speciale.


Le attività che permettono di visitare le grotte sono tantissime e adatte ad ogni esigenza. Noi abbiamo optato per la formula di esplorazione più divertente offerta dalla Black Water River Rafting: percorrerle immersi con il corpo direttamente nell’acqua del fiume sotterraneo. Naturalmente accompagnati da una guida.


Equipaggiati di una muta, del casco con lampadina e di una speciale ciambella gonfiabile, ci siamo addentrati nella caverne. Il divertimento è assicurato: ci siamo fatti trascinare dalla corrente del fiume, abbiamo nuotato nei punti più profondi, ci siamo buttati all’indietro nelle piccole cascate; il tutto al buio e sottoterra!


La gita dura circa un’ora al termine della quale, dopo una doccia calda, ci viene offerta una graditissima tazza di succo di pomodoro bollente e dei toast al burro. Mentre ci riscaldiamo, sul monitor scorrono le foto scattate dalla guida nel corso dell’avventura con una macchinetta resistente all’acqua.


Una volta asciutti, stanchi, ma soddisfatti riprendiamo il viaggio verso Nord in direzione Auckland. Sulla strada notiamo un traffico ed un dispiegamento di forze dell’ordine insolito. Ci ricordiamo della notizia di pochi giorni prima della morte della regina Maori e intuiamo subito che si tratta del pellegrinaggio di migliaia di neozelandesi Maori che stanno andando a portare il loro ultimo saluto alla regina scomparsa dopo quarant’anni di regno. Il tutto si svolge direttamente nella residenza della regina a pochi chilometri, a 100 chilometri da Auckland.
L’evento è storico e decidiamo di fermarci. Raggiungiamo in facilmente un terreno adibito al parcheggio dalla protezione civile grazie anche alle indicazioni della polizia che controllava i flussi di traffico. La camera ardente è allestita all’aperto e affollata di migliaia Maori (probabilmente mai così tanti concentrati in uno stesso luogo), ma anche di esponenti politici, diplomatici e militari proveniente da ogni parte del mondo.A turno i capi delle varie tribù Maori esprimono il loro saluto alla regina nonché la sua opinione su chi deve essere proclamato nuovo re.Assistiamo alla cerimonia un pò spaesati, ma veniamo notati da una anziana signora Maori che si avvicina subito per spiegarci le tradizione di questo popolo e quello che sta accadendo. Partecipiamo anche al grande banchetto organizzato per l’occasione e dopo aver salutato la nostra “guida” ci rimettiamo in viaggio per l’appuntamento serale: all’Eden Park di Auckland ci aspettano dei posti in curva per assistere ad una partita di rugby che vede la Nuova Zelanda affrontare l’Australia nella finale del Tre Nazioni 2006!


Assistere a una partita di rugby in un paese in cui questo sport è un culto, è interessantissimo. La nazionale neozelandese - gli All Backs - prima dell’inizio della partita si esibisce nella tradizionale danza Maori della Haka, che mette i brividi a tutto lo stadio e agli avversari...E proprio la Nuova Zelanda, dopo 80 minuti di partita molto combattuta e avvincente, ottiene la vittoria: lo stadio è in delirio!


Assistiamo alla consegna dei premi e ci dirigiamo con subito verso le uscite con la speranza di ottimizzare i tempi di attesa per il deflusso di 60 mila spettatori euforici. Non ci vuole molto, grazie ai cancelli particolarmente larghi e al sevizio d’ordine ultra efficiente.


Raggiunta la macchina ripartiamo… Verso l’albergo prenotato in città penserete voi. E invece no! Ci rimettiamo in viaggio verso fuori, a nord, per una destinazione molto isolata a un ora da Auckland: la spiaggia di Pakiri nei pressi di Goat Island, una delle riserve marine più note del paese, dove ci aspetta un confortevole cottage sul mare.

Fotogallery: Nuova Zelanda - Dalla caverne di Waitomo alla finale del Tre Nazioni