Con Christopher Weil, responsabile design esterno di MINI abbiamo visto da vicino i due concept presentati al Salone di Francoforte

La nostra mobilità sta cambiando e con essa devono cambiare le automobili. Anche i grandi classici, le icone, come la MINI. Il che può sembrare una missione impossibile agli occhi di un appassionato, ma chi produce queste auto ci deve pensare perchè al progresso non si comanda. Ecco perchè oggi come non mai è molto interessante ossevare da vicino le Concept Car che racchiudono il frutto degli studi e delle riflessioni di designer e progettisti. Com'è il caso dei prototipi presentati da MINI all'ultimo Salone di FrancoforteMINI John Cooper Works GP Concept e la MINI Electric Concept, di cui torniamo a dopo un'intervista esclusiva a Christopher Weil, responsabile design esterno di MINI...


OmniAuto.it: Parlando dell’Electric Concept quanto ci sarà di quello che vediamo qui che poi ritroveremo nel modello di serie che arrivare nel 2019?


Christopher Weil: "Quello che vediamo qui è uno studio, probabilmente nel modello di serie vi saranno degli elementi che troviamo anche in questo prototipo, ma è tutto ancora in evoluzione quindi non posso sbilanciarmi almeno per quanto riguarda il design".


OmniAuto.it: Il mondo dell’auto si sta sempre più elettrificando, sia attraverso gli ibridi sia attraverso modelli esclusivamente elettrici, che strade si aprono per voi designer, con meno componenti meccanici siete più liberi di lavorare sulle forme?
Christopher Weil: "Sì da un punto di vista è così, visto che con meno componenti siamo un po’ più liberi, ma il problema si pone quando dobbiamo intervenire su auto che rappresentano un’icona come MINI. La nostra sfida è creare qualcosa di diverso mantenendo intatta l’eredità del Brand. Penso che in un futuro, abbastanza lontano potremmo intervenire in maniera più decisa sul design, ma in ogni caso dovremmo fare i conti sempre con delle limitazioni date, in qualche modo, dalla tradizione".

OmniAuto.it: Guardando la MINI di oggi e quella nata nel 1959 la cosa che emerge di più è l’aumento delle dimensioni. In un futuro, magari con l’aiuto dell’elettrificazione si potrà pensare di ritornare a misure più compatte?

Christopher Weil: "È una possibilità che sarà data anche dalle effettive dimensioni dei componenti. In questo concept per esempio abbiamo ridotto un po’ lo sbalzo e accorciato il passo, ma come ripeto si tratta di un concept. D’altra parte andiamo incontro a una crescita, in altezza, delle persone e quindi dovremmo pensare anche a questo. Come designer non possiamo fare a meno di considerare le esigenze della clientela e quindi creare più spazio per le gambe o comunque considerare la necessità di una maggiore abitabilità".


OmniAuto.it: Senza considerare l’intero veicolo ci sono degli elementi presenti su questo Electric Concept che verosimilmente potrebbero essere utilizzati così come li vediamo su un modello in commercio?
Christopher Weil: "Più che di elementi singoli possiamo parlare proprio dell’idea. Creando questo concept abbiamo pensato a un modello di sportività, diversa da quella che abbiamo sviluppato nella GP. Possiamo parlare di sportività 'pulita'. Questo per riallacciarci anche al tema dell’eredità, MINI è un brand che fa della sua sportività un elemento essenziale quindi diciamo che abbiamo voluto riproporre questa sportività applicata al tema dell’elettrico. In sintesi, nello sviluppo futuro, non vogliamo eliminare degli elementi che hanno fatto di MINI un’icona. Stiamo cercando di mantenere la maggior parte degli elementi che hanno contribuito al successo di MINI, ma non sappiamo ancora quali dettagli di quelli che vediamo qui si potranno utilizzare nel modello di serie elettrico o nella prossima generazione di MINI".


OmniAuto.it: Parliamo della JCW GP Concept.
Christopher Weil: "La GP rappresenta la visione estrema della MINI John Cooper Works che a sua volta è all’estremo per quanto riguarda le prestazioni di MINI. Abbiamo pensato a quella che potrebbe essere un’evoluzione dei due precedenti modelli stradali GP usciti nel 2006 e nel 2012, ma non abbiamo in programma di produrre una nuova GP, abbiamo pensato solo a come si potrebbe evolvere il design di questo tipo di auto, ma non è una 'preview'".


OmniAuto.it: A che scopo allora disegnare un concept di questo tipo?
Christopher Weil: "Abbiamo voluto vedere fino a quanto lontano potevamo spingerci dal lato sportivo di MINI, esplorando tutte le potenzialità di questo modello. Da un lato abbiamo esplorato la purezza delle linee e l’essenzialità nelle forme e dall’altro l’estrema sportività l’utilizzo massiccio di appendici aerodinamiche: io considero la JCW GP come 'the dark Side of MINI'".


OmniAuto.it: Qual è la sua visione del futuro per quanto riguarda il design di MINI?
Christopher Weil: "Penso che MINI abbia le potenzialità per muoversi in entrambi i modelli che abbiamo di fronte. C’è un lato futuristico sportivo tecnologico e connesso che viene espresso a pieno dell’Electric Concept e c’è il lato 'cattivo' estremo identificabile con la JCW GP Concept. In futuro entrambe le strade si potranno percorrere come due estremi della stessa emozione".

Fotogallery: Come saranno le MINI del futuro