Ad Auto e Moto d’Epoca abbiamo conosciuto da vicino questo approccio quasi scientifico per la cura dell’auto

“Metti la cera, togli la cera” ripeteva il Maestro Miaghi al giovane Karate Kid. Un modo poco ortodosso, ma efficace per imparare l’arte marziale e per avere un’auto pulita. Ad Auto e Moto d’Epoca non ci sono campioni in kimono pronti a effettuare la mossa della gru, ma cinture nere della sacra disciplina del car detailing, ovvero l’arte di mantenere sempre pulita e lucente la propria auto attraverso un lavaggio accurato e minuzioso effettuato con prodotti ad hoc. Prodotti che nell’universo Mafra sfoggiano l’etichetta Labocosmetica, marchio dedicato a chi vuole mantenere sempre lucente la propria compagna su ruote e ha voglia e tempo di passare a mano carrozzeria e interni.


“Una disciplina per curare la propria auto, un incontro tra un carrozziere esperto e un lavagista super professionista. Il tutto attraverso procedure stabilite quasi da scienza, studiate per mantenere ed esaltare l’originalità della propria auto. Si parte dal prelavaggio e poi, attraverso decontaminazione, asciugatura e correzione o protezione vernice, si arriva a prodotti che rendono idrorepellenti plastiche e tappetini”, ci spiega, Marco Mattioli, general manager di Mafra, nello stand di Auto e Moto d’Epoca. Basta pensare alla carrozzeria, quotidianamente intaccata da particelle invisibili, ma che, se non rimosse con prodotti specifici, potrebbero graffiarla. La risposta si chiama decontaminazione e consiste nello stendere, rigorosamente a mano, un prodotto specifico in grado di eliminare definitivamente le micro impurità. Si possono poi così applicare cere o lucidanti che possono proteggere l’auto fino a 3 anni. Un semplice esempio per che aiuta a capire quello che è il vasto mondo del detailing.

Fotogallery: Il Car Detailing spiegato dai professionisti del settore