Il tre cilindri 1.2 bi-fuel da 82 CV se la cava bene in ripresa e agilità, restando nella media coi consumi

Neppure gli ultimi blocchi del traffico che fermano le Diesel più inquinanti sono riusciti a rendere di nuovo popolari le auto a GPL che in Italia vengono acquistate da appena sei automobilisti su cento (vendite gennaio-settembre 2017). Eppure viaggiare bruciando GPL è ancora molto conveniente per il portafogli e utile a ridurre le emissioni allo scarico e a conferma di questo ci sono le tante versioni a gas entrate recentemente nei listini. Una di queste è la nuova Citroen C3 GPL in vendita da qualche mese che unisce l’impianto di GPL e il motore 1.2 PureTech a benzina da 82 CV, protagonista della prova consumi Roma-Forlì di oggi. Con una media di 6,55 l/100 km (15,27 km/l) e una spesa di appena 14,36 euro la francesina bi-fuel riesce ad abbassare anche i costi di viaggio della C3 BlueHDi che con un consumo quasi da primato era riuscita a spendere 15,68 euro di gasolio. Anche nel confronto con le più dirette rivali a GPL la C3 se la cava abbastanza bene perché nell’apposita categoria della classifica consumi si piazza davanti a Opel Corsa GPL (7,18 l/100 km - 13,9 km/l) e Alfa Romeo MiTo GPL (7,70 l/100 km - 12,9 km/l), ma di poco dietro a Dacia Sandero Stepway GPL (6,50 l/100 km - 15,3 km/l), Nissan Note GPL (6,45 l/100 km - 15,50 km/l) e Fiat 500 GPL (6,39 l/100 km - 15,65 km/l).


L’unico frangente in cui la Citroen C3 PureTech 82 GPL si è trovata un po’ in imbarazzo è quello della guida nel vorticoso traffico di una metropoli come Roma, visto che i 10,8 l/100 km (9,2 km/l) sono peggiori rispetto alla media delle altre utilitarie a GPL da me provate, tutte vicine agli 8-9 l/100 km. Decisamente meglio è andata nella prova dell’utilizzo misto urbano-extraurbano, condizione in cui la C3 a gas ha registrato i 7,5 l/100 km (13,3 km/l). Nulla da eccepire neppure nel test dell’economy run con un consumo di appena 4,7 l/100 km (21,2 km/l) e nel tragitto autostradale che ha fissato la media a quota 8,6 l/100 km (11,6 km/l). Per il resto la cinque porte francese dallo stile originale e inconfondibile ha messo in campo discrete doti di ripresa fornite dal tre cilindri 1.2 bi-fuel che permette anche qualche sorpasso e contiene le tipiche vibrazioni entro i limiti accettabili del regime minimo e dell’avviamento a freddo. Anche l’integrazione dell’impianto a GPL firmato Landi Renzo è buona e oltre al pulsante di commutazione sul lato sinistro della plancia (un po’ poco visibile) prevede l’indicazione del consumo di gas (istantaneo, medio e autonomia), motore con sedi valvole rinforzate e un serbatoio da 33,6 litri che garantisce una buona autonomia. La versione Shine in prova con vernice Orange Power metallizzato, navigatore, keyless access & start, allerta angolo cieco e Active City Brake costa 19.550 euro. Per conoscere tutti gli altri segreti della nuova francesina potete leggere OmniAuto.it Garage Citroen C3.


Dati


Vettura: Citroen C3 PureTech 82 GPL Manuale 5 Rapporti Shine
Listino base: 17.150 euro
Data prova: 20/10/2017
Meteo: Sereno, 22°
Prezzo carburante: 0,609 euro/l (GPL)
Km del test: 1.057
Km totali all'inizio del test: 1.089
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 80 km/h
Pneumatici: Michelin Primacy 3 - 205/55 R16 91V (Etichetta UE: C, A, 69 dB)


Consumi


Media "reale": 6,55 l/100 km (15,27 km/l)
Computer di bordo: 6,40 l/100 km
Alla pompa: 6,70 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


Conti in tasca


Spesa "reale": 14,36 euro
Spesa mensile: 31,91 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 501 km
Quanto fa con un pieno: 513 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.


 


 

Nuova Citroen C3, anche lei si dà al GPL

Foto di: Fabio Gemelli