Ad H2R il costruttore nipponico presenta la sua visione olistica della mobilità elettrica

Si parla molto di mobilità elettrica spesso senza contestualizzarla, senza specificare in quali occasioni e per quali utilizzi è effettivamente vantaggiosa. L’operazione che Nissan presenta ad H2R 2017, la manifestazione sulla mobilità sostenibile nell’abito di Ecomondo, in programma alla Fiera di Rimini dal 7 al 10 novembre, è, in qualche modo, l’opposto: pensare e creare un ecosistema elettrico a livello europeo. Un sistema che integri le fonti sostenibili di produzione dell’energia elettrica a livello domestico, il Nissan xStorage, per lo stoccaggio domestico dell’energia, il Vehicle-to-Grid, lo scambio bidirezionale fra le auto in ricarica e la rete elettrica e la Nissan Leaf. A ribadire la strada scelta dal Costruttore per ridurre le emissioni a Ecomondo è presente anche un e-NV200 Evalia, il van a sette posti completamente elettrico. 


Un'auto per la mobilità intelligente


Proprio la Leaf, nell’abito del Nissan Intelligent Mobility diventa un sistema intorno al quale ripensare al modo in cui i veicoli elettrici possono essere guidati e integrati nella società. Tre sono i campi scelti dal costruttore nipponico: Intelligent Driving, Intelligent Power e Intelligent Integration; vale a dire, rispettivamente, maggior comfort sicurezza attraverso la tecnologia proPILOT 1.0, propulsione elettrica da 110 kW e possibilità di utilizzare le batterie della auto come fonte alternativa di energia.


Impossibile prescindere dalle infrastrutture


L’ecosistema elettrico, però, non passa solo attraverso l’auto visto che l’infrastruttura in questo contesto ha un’importanza fondamentale. In questo caso si parla da progetto EVA+ (Electric Vehicle Arteries in Italy and Austria) che prevede l’installazione di 200 colonnine di ricarica rapida in Italia e in Austria. Le prime venti finanziate dal porgetto sono già state piazzate a queste si aggiungono altre dieci installate da Enel. In tutto 30 colonnine che hanno coperto la tratta Roma-Milano con una distanza di circa 60 km fra l’una e altra.

Nuova Nissan Leaf, l'elettrica è cambiata