A Ecomondo 2017 e H2R il gruppo francese presenta la sua visione, mista, di mobilità sostenibile, per le nuove sfide del 2020

Diesel o elettrico? Quale sarà l’alimentazione delle auto del futuro? Secondo PSA non è ancora il momento di scegliere visto che il motore diesel è tutt’altro che superato e la trazione elettrica sta vivendo una stagione di grande sviluppo. Questo, in sintesi, il messaggio che i Gruppo Francese (che ormai raccoglie anche i marchi Opel e Vauxhall) porta a Ecomondo 2017 la fiera della cosiddetta green economy in programma a Rimini dal 7 al 10 novembre e ad H2R, la Fiera nella Fiera che si interroga sul futuro della mobilità sostenibile.


Il futuro del diesel


Secondo PSA, uno fra i maggiori costruttori e utilizzatori di motori a gasolio in Europa, gli obbiettivi dell’efficienza energetica, dell’ecostenibilità delle città e dello sviluppo di energie rinnovabili non contrastano affatto con il motore a ciclo diesel, almeno della forma BlueHDi che prevede l’utilizzo combinato del catalizzatore SCR e del filtro anti particolato. L'SCR, permette di abbattere gli NOx di circa il 90% consentendo, nello stesso tempo l’eliminazione del particolato fino al 99,9%. Il catalizzatore SCR sistemato a monte del FAP, inoltre, riesce a far rendere al meglio il motore ottimizzando anche consumi ed emissioni di CO2.


Si sviluppa anche l'elettrico


Da un lato, dunque, pieno sostegno allo sviluppo tecnologico che, negli ultimi 100 anni, ha evoluto il motore termico, ma dall’altro spazio alle nuove tecnologie in coerenza con il tema di quest’anno di H2R che indaga sull’integrazione delle auto nel contesto delle smart city e sulle nuove forma di mobilità. PSA, in questo caso, testimonia sua esperienza di costruttore nella "Top 3" fra quelli con più basse emissioni di CO2. Un risultato raggiunto anche dall’ampio utilizzo nella sua gamma di modelli a motore elettrico fra cui quelli presentati in Fiera: il Peugeot Partner Tepee full electric, la Citroen e-Mehari in mostra accanto alla Peugeot 308 restyling 2017 portabandiera dei diesel del futuro in grado, secondo PSA, di rispettare i nuovi parametri antiemissioni previsti per il 2020.

Peugeot Partner Tepee Full Electric, modularità a zero emissioni

Foto di: Francesco Stazi