Non si tratta di una papamobile, ma di un esemplare unico che verrà messo all'asta per beneficenza

Abbiamo visto auto autografate da calciatori, personaggi dello spettacolo e artisti famosi, ma la Lamborghini Huracan RWD vista in Vaticano rischia di batterle tutte. Prima che facciate ipotesi non si stratta di una papamobile (anche se siamo convinti che Francesco un giro se lo sarebbe fatto volentieri), ma di un esemplare unico e personalizzato che l’azienda di Sant’Agata Bolognese ha donato al Pontefice per essere messa all’asta, non prima però che Papa Francesco vi apponesse la sua firma. La cerimonia di presentazione e consegna al Santo Padre è avvenuta in Vaticano. Al simbolico passaggio di chiave erano presenti anche l’a.d. di Lamborghini Stefano Domenicali, una delegazione del Gruppo dirigente e due degli operai che hanno realizzato l’auto.


La Huracán RWD donata al Papa è stata realizzata da "Ad Personam", il dipartimento di personalizzazione di Lamborghini. La verniciatura è in rigoroso colore bianco Monocerus con strisce giallo Tiberino che corrono lungo la carrozzeria: un omaggio ai colori dello Stato Città del Vaticano. La vettura, dunque, non sarà guidata da papa Francesco né da un suo autista, ma sarà messa all’asta da RM Sotheby’s il 12 maggio 2018 e il ricavato sarà consegnato direttamente al Santo Padre che ha già deciso come devolverlo. Andrà in percentuale: per la ricostruzione delle abitazioni, strutture pubbliche luoghi di culto nella Piana di Nivine in Iraq, in supporto alla comunità cristiana della zona; alla comunità Giovanni XXIII che assiste le donne vittime di tratta e di sfruttamento della prostituzione e a due associazioni che svolgono attività medica e di assistenza in Africa.

Una Lamborghini Huracan firmata Papa Francesco

Foto di: Francesco Stazi