Trazione, potenza, prezzo: affinità e differenze tra le due SW medie più potenti del listino

Audi ha aperto la prevendita della nuova RS4 Avant, la più estrema della gamma A4 dall’alto dei suoi 450 CV, erogati non più dal V8 aspirato 4.2 della vecchia generazione, ma dal V6 biturbo 2.9. Numeri da supercar, che però non stupiscono più, visto che si tratta ormai di una tradizione, iniziata nel 1994 con la mitica RS2 su base Audi 80. Ma torniamo alla RS4, proposta a 87.900 euro, che possono lievitare (e parecchio), facendosi tentare dai tantissimi optional. Tra questi, i più stuzzicanti, almeno dal punto di vista sportivo, sono sicuramente i pacchetti Dynamic (sterzo dinamico, differenziale posteriore sportivo, assetto RS plus con Dynamic Ride Control, limitatore della velocità a 280 km/h e proiettori a LED Audi Matrix) e Dynamic Plus, che ci aggiunge anche i freni in ceramica e l’impianto di scarico sportivo. Volete sapere quanto costano? 8.000 euro il primo, 15.000 il secondo.


Ma la RS4 non è sola: a contenderle il primato di SW media più cattiva c’è la Mercedes C63 AMG SW, che si cala nella parte con una potenza (di poco) più elevata, 476 CV, ma soprattutto con la trazione posteriore. Anche per la Mercedes il motore è turbo, ma 4 litri di cilindrata e V8, per un sound più cupo e minaccioso. Le prestazioni? Detto che la velocità massima è autolimitata in entrambi i casi a 250 km/h (optional esclusi), lo 0-100 km/h è coperto in 5,2 secondi dalla C63 e in 4,1 dalla RS4: il vantaggio, piuttosto clamoroso, è frutto della motricità garantita dalla trazione integrale. Quanto al peso, qui la situazione è di sostanziale parità: 1.785 kg la prima, 1.790 kg per la seconda. Trattandosi di SW, uno sguardo al bagagliaio va dato: 505/1.510 litri per l’Audi, 490/1.510 per la Mercedes. Insomma, lo avrete capito: la differenza vera tra le due auto, oltre ai gusti estetici, la fa la trazione.

Fotogallery: Salone di Francoforte: nuova Audi RS 4 Avant, la famiglia va veloce