L'associazione no profit spera di vendere l'opera d'arte al Dottore per finanziare le attività di sicurezza stradale

A differenza di altri grandi piloti di moto, a partire dal nove volte iridato nel motocross Tony Cairoli, Valentino Rossi non sarà presente al Motor Show 2017 e non correrà quindi sulle amatissime auto da rally. Il Dottore sarà comunque “invocato” da alcuni presenti, nell’ambito di una iniziativa organizzata dall’associazione senza scopo di lucro Motomorphosis: a Rossi verrà proposto di acquistare la silhouette di una moto sportiva, finanziando così i progetti in cui è impegnata l’associazione, che promuove e sostiene iniziative sulla sicurezza stradale e l’uso più consapevole delle moto. Motomorphosis fa personalizzare le silhouette da artisti, sponsor o istituzioni, mettendole in vendita per finanziare le sue attività.


La moto per Valentino Rossi è stata disegnata da Ludmilla Radchenko, ex showgirl diventata artista, che ha decorato le sovrastrutture della sportiva in stile pop art e ha utilizzato due fantasie differenti: un lato della moto è dedicato al carattere femminile e l’altro alla forza maschile, stando alla spiegazione della Motomorphosis. Radchenko sostiene di essersi ispirata a Rossi e ha scelto per l’occasione collage e ritagli di giornale, che sembrano riflettere lo spirito giovanile e scanzonato del pilota di Tavullia. Motomorphosis sarà presente con due stand al Motor Show 2017: uno all’ingresso principale, l’altro nel padiglione 41 in cui sono presenti le università.

Fotogallery: Motomorphosis, a Bologna la silhouette di una moto per Valentino Rossi