Per la nuova generazione di un suo best-seller, FCA ha preparato anche una versione estrema che vi anticipiamo

Una delle star del prossimo Salone di Detroit sarà senza ombra di dubbio il nuovo Ram 1500, ovvero il pick-up più piccolo tra quelli disponibili nella gamma Ram. Il Ram 1500 è uno dei veicoli più venduti negli Stati Uniti e se la vede con due concorrenti temibili come il Chevrolet Silverado e l'ultra-longevo Ford F-150. Facendo parte del Gruppo FCA, il Ram 1500 può attingere a soluzioni diverse e del resto nella stessa gamma Ram si trovano le versioni americane del Doblò e del Ducato. Oggi vi proponiamo il nostro rendering esclusivo che ricostruisce l'aspetto del nuovo pick-up di casa Ram ma non di una versione qualunque, bensì della diabolica Hellcat che rappresenta una novità assoluta per questo genere di veicolo. Si, perché in FCA non erano contenti di aver piazzato il 6.2 V8 sovralimentato da 717 CV e 845 Nm sotto il cofano della Jeep Grand Cherokee Trackhawk.


A caccia di Raptor


Ebbene sì, questo poderoso motore finirà anche sotto il cofano del nuovo Ram 1500 e la prima domanda che viene da porsi è come farà un mezzo che praticamente non ha peso sull'asse posteriore, a scaricare a terra tutti quei cavalli e quei newton-metro. Ma del resto se in Ford sono riusciti a portare a termine un'operazione simile con il Raptor, gli uomini della Ram non vorranno certo essere da meno. Rispetto alla generazione attuale di Ram 1500, in ogni caso, le modifiche comuni a tutta la gamma riguarderanno la parte centrale della calandra con una nuova griglia dal design affilato contornata da maggiori cromature. I proiettori non cambiano molto rispetto al modello attuale ma risultano più dinamici, mentre anche la parte bassa riceve maggiori cromature. Nella versione Hellcat è tutto amplificato dalle grandi prese d'aria che servono a far respirare cotanto V8.


Come una supercar


La parte posteriore è quella che riceve le maggiori modifiche, con le luci più grandi che occupano quasi interamente le lamiere intorno alla ribaltina che guadagna una maniglia cromata dalle dimensioni più importanti e soprattutto una specie di “labbro” aerodinamico. Il terzo stop, invece, è posizionato nella parte superiore della cabina. Poi c'è il bodykit della versione Hellcat, che prevede i passaruota allargati sia davanti che dietro e un accenno di minigonne laterali, senza dimenticare i particolari scuri della carrozzeria e la grande presa d'aria sul cofano anteriore. Il tutto è completato dai cerchi in lega dedicati che ospitano pneumatici dalle misure monstre. A livello tecnico, infine, molte parti della carrozzeria che precedentemente erano in acciaio ora saranno in alluminio, a beneficio del contenimento della massa.

Fotogallery: Ram 1500 Hellcat, ecco il pick-up re del drifting