Sarà guidata da un gruppetto scelto di militari, istruiti da un insegnante d'eccezione: Paolo Andreucci

Leone e Gazzella non si rincorrono più, ma fanno squadra per lo stesso scopo: mantenere l’ordine. Una battuta forse scontata per presentare la consegna di una Peugeot 308 GTi restyling all’Arma dei Carabinieri, avvenuta questa mattina a Roma alla presenza degli alti comandi dell’Arma. Una nuova recluta che girerà per le strade di Roma con differenti compiti: non solo controllo dell’ordine ma anche trasporto organi e sangue oltre che scorta durante cerimonie istituzionali. Naturalmente, rispetto alle versioni civili, la Peugeot 308 GTi in divisa si distingue per la classica livrea blu con strisce rosse, segnalatori luminosi a nano led e abitacolo modificato per accogliere i vari sistemi tecnologici e informatici dell’Arma, come ad esempio il tablet O.D.I.N.O. Numerose modifiche firmate dalla carrozzeria torinese NCT.


A non cambiare sono le specifiche tecniche: la Peugeot 308 GTi dei Carabinieri, concessa in comodato d’uso gratuito, è mossa dal classico 1.6 THP da 272 CV abbinato alla trazione anteriore, cambio manuale 6 marce e differenziale autobloccante meccanico Torsen. A guidarla per le strade di Roma sarà un ristretto gruppo di Carabinieri che, durante alcune giornate sul circuito di Misano Adriatico, parteciperanno a speciali corsi di guida organizzati direttamente da Peugeot con un istruttore d’eccezione: Paolo Andreucci. Il 10 volte campione italiano di Rally infatti aiuterà i militari a sfruttare al massimo, in tutta sicurezza, le doti della 308 GTi.

Una Peugeot 308 GTi per i Carabinieri

Foto di: Massimo Grassi