L'applicazione funziona come un copilota e fornisce a voce informazioni prima di una svolta, a partire dal suo raggio

I rallysti non hanno superpoteri e non riescono a vedere attraverso le cose, anche se a volte ci viene da pensare il contrario: li vediamo affrontare a gas spalancato curve “cieche” e ci domandiamo quale segreto hanno. Lo fanno perché il loro copilota ha un elenco di informazioni (chiamate note) curva per curva, grazie alle quali sanno in anticipo la difficoltà della svolta e la marcia da innestare per affrontarle al meglio. Un automobilista normale è privo di questo aiuto e sulle statali in montagna si trova inevitabilmente a rallentare prima di una curva anche se questa è poco impegnativa, con il timore di affrontarla a velocità troppo sostenuta e causare danni. E’ per evitare situazioni del genere che il rallysta Paolo Andreucci ha creato l’applicazione per smartphone Andreucci CoDrive, disponibile gratuitamente o a pagamento, che fornisce delle vere e proprie note prima di ogni curva per affrontarle al meglio.


L’applicazione sfrutta il gps dello smartphone e funziona solo quando è impostata una meta, quindi non parla se viene messa lasciata andare liberamente. Il suo “habitat” sono ovviamente le strade statali o quelle ricche di curve con poca visibilità. La voce caricata sull’app fornisce l’indicazione prima della curva e aiuta a capire se questa è un tornante, di raggio medio o molto scorrevole, attraverso gli stessi numeri che fornirebbe un copilota in gara: la curva 1 è molto stretta, la 7 molto aperta. Andreucci CoDrive svolge quindi una funzione di sicurezza e aiuta a inserirsi in curva alla velocità giusta, senza distogliere lo sguardo dalla strada per guardare il raggio della curva sul navigatore del telefono. L’app è disponibile per smartphone Android o Apple in tre livelli: quella gratuita, più basilare; quella media (2,9 euro al mese o 29,9 euro l’anno); quella più ricca (4,9 euro o 49,9 euro), che illustra anche i rettilinei fra una curva e l’altra.

Fotogallery: Andreucci CoDrive, l'app per smartphone che "spiana" le curve