Passo avanti verso le riduzioni tariffarie per i guidatori virtuosi

Riduzioni delle tariffe Rc auto, passo avanti. Il 27 novembre scorso, l'Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) ha avviato la pubblica consultazione sul Regolamento relativo agli sconti obbligatori nella Rca, introdotti dalla legge Concorrenza: consultazione che sta entrando nel vivo. L'intervento individua i criteri e le modalità in base ai quali le imprese di assicurazione applicano gli sconti "significativi" obbligatori. Il punto di partenza per capire di che si parla è la libertà totale delle compagnie: oggi sono libere di proporre la Rca con scatola nera, mentre hanno solo l'obbligo di Rca normale. E se concedono la polizza con black box, sono libere di fissare gli sconti che vogliono: un taglio alla tariffa dovuto al fatto che la scatola nera riduce le frodi, registrando la dinamica degli incidenti. Domani, appena arriverà un decreto, la Rca con black box sarà obbligatoria, idem gli sconti significativi. L'Ivass intanto si è mossa. È quindi possibile che le riduzioni si concretizzino nel 2018.


Per chi è prudente


Per via della legge Concorrenza, dopo i decreti attuativi del Governo, le assicurazioni dovranno proporre anche la Rca con black box, e saranno tenute a scontare la polizza di una percentuale fissata proprio dall'Ivass. In alternativa alla Rca scontata con la scatola nera, le compagnie dovranno mettere sul tavolo anche Rca ribassate dopo l'ispezione del veicolo, o se questo ha un alcoltest che impedisce l'avvio dell'auto se il guidatore ha bevuto troppo alcol. Comunque, uno "sconto significativo" è previsto pure se l'assicurato contrae più polizze per più veicoli in suo possesso e sottoscriva una clausola di guida esclusiva. Non solo: chi non causa mai incidenti e risiede nelle Province a maggiore sinistrosità e probabilità di frodi ha un secondo beneficio, che si somma al primo. Oggi paga Rca salate, ma domani avrà uno sconto "aggiuntivo e significativo", purché l'auto sia dotata di scatola nera e il guidatore non abbia provocato incidenti negli ultimi 4 anni. Dopo i decreti del Governo, l'Ivass stilerà un elenco delle Province interessate e fisserà il taglio sulla polizza.


L'elenco delle Province: tanto Sud


L'Ivass fa i nomi e cognomi. Ecco le Province definite "a maggiore tasso di sinistrosità"; insomma, ecco dove ci saranno i doppi sconti: Bari, Barletta-Andria-Trani, Benevento, Bologna, Brindisi, Caserta, Catania, Catanzaro, Crotone, Firenze, Foggia, Genova, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Messina, Napoli, Palermo, Pisa, Pistoia, Prato, Reggio Calabria, Rimini, Roma, Salerno, Taranto, Vibo Valentia. Come si vede, numerose Province del Sud, ma anche altre, un po' a macchia di leopardo in Italia.