Il n°1 dell'azienda, Elon Musk, ne ha parlato su Twitter, confermando l'arrivo e le dimensioni, simili a quelle del Ford F150

Pochi manager nel mondo delle auto usano i social network con la stessa frequenza di Elon Musk, il fondatore e numero uno della Tesla, che risponde in prima persona alle domande dei seguaci su Twitter e fornisce gustose anticipazioni sui nuovi modelli in arrivo. L’ultima vettura a cui Musk ha accennato è il pick up elettrico, che arriverà fra qualche anno dopo il crossover noto al momento come Model Y. Il manager ha parlato dell’auto rispondendo due giorni fa ad un follower, confessando di aver già in mente “i principali elementi di stile e sviluppo” e che il pick up avrà dimensioni simili a quelle del Ford F-150: possiamo quindi aspettarci una lunghezza di circa 5,30 metri. Musk ha aggiunto poi su Twitter che il mezzo potrebbe avere una caratteristica in grado di farne lievitare gli ingombri.


Il manager non ha definito le tempistiche del progetto e ha lasciato l’amaro in bocca a chi sperava di ricevere almeno qualche indicazione di massima. Questa strategia non rappresenta una novità per la Tesla, che è solita annunciare in grande stile i suoi progetti e trovarsi poi ad affrontare scadenze ottimistiche o del tutto irrealizzabili: l’esempio più recente è la berlina media Model 3, annunciata per il 2017 e frenata da gravi rallentamenti a livello di produzione, ma Elon Musk aveva fissato per il 2018 l'obiettivo delle 500.000 auto vendute (sono state 83.922 l'anno scorso). Il costruttore ha in programma quattro nuovi modelli nei prossimi anni: il tir Semi dovrebbe arrivare nel 2019, la Roadster nel 2020 e successivamente sono attesi il crossover medio Model Y (basato sulla Model 3) e il pick up, che non arriverà prima del 2021 o 2022.

Fotogallery: Tesla Model Y, il crossover per chi non lo vuole maxi