Un capodanno da ricordare per la cittadina britannica che ha visto bruciare un intero parcheggio la notte di Capodanno

Nessun ferito grave fra gli "umani", ma sono circa 1.400 le auto andate letteralmente in fumo nella notte fra il 31 dicembre e il 1 gennaio 2018 in un parcheggio di Liverpool. L’enorme rogo che non ha risparmiato nessuna delle vetture che "riposavano" la notte di Capodanno tranne alcune all’ultimo piano, sembra non sia stato di origine dolosa, ma gli inquirenti stanno ancora indagando. Quello che è certo che tutto il parcheggio multipiano ha preso fuoco, a partire dal pomeriggio del 31 e in un momento in cui era particolarmente affollato per un evento che si stava svolgendo nelle vicinanze.


Ad accrescere i danni del rogo che, pare, sia partito da secondo piano ha contribuito il fatto che il parcheggio non era dotato di sistemi antincendio automatici ad acqua, i cosiddetti sprinkler, la cui presenza avrebbe sicuramente contenuto, se non evitato danni così vasti. L'incendio si è rapidamente diffuso a tutte le auto del secondo piano e poi ai piani adiacenti. Per spegnere le fiamme, ci sono voluti 12 autobotti e 85 vigili del fuoco che hanno lavorato per ore unghe ore. I vigili del fuoco sono anche riusciti a salvare sei cani che alcuni automobilisti avevano lasciato nelle auto. Fra le persone il bilancio è di tre ricoverati in ospedale, due intossicati dal fumo e una terza persona per ustioni alla mano.

1.400 auto in fumo in un rogo a Liverpool

Foto di: Francesco Stazi